Varietà dei parassiti più semplici dell'uomo e caratteristiche delle malattie che causano

I parassiti umani più semplici appartengono a organismi costituiti da una singola cellula. Parassitario nell'uomo, i protozoi portano a malattie protozoarie, a volte con conseguenze molto pericolose, persino la morte.

classificazione

Esistono 4 classi delle più semplici:

  1. flagellar (Leishmania, Giardia, Trichomonas, tripanosomatis);
  2. sporozoi (coccidi, plasmodium malaria);
  3. ciliati (balantidi);
  4. sarodico (ameba).

Questi protozoi parassiti causano malattie pericolose nell'uomo.

flagellati

Leishmania

Leishmania porta alla leishmaniosi, manifestando danni alla pelle (leishmaniosi cutanea) o agli organi interni (leishmaniosi viscerale).

Trasferimento di zanzare da leishmaniosi. Divengono infetti succhiando il sangue di un malato o di un animale. L'agente patogeno entra nel corpo umano dopo una puntura di zanzara.

La rilevanza della leishmaniosi è spiegata dal fatto che complicano il decorso dell'infezione da HIV, costituendo malattie associate all'HIV.

Nella leishmaniosi cutanea (ulcera pendinica), la Leishmania penetra nella pelle umana, dove successivamente si moltiplica. L'infiammazione si sviluppa con la morte e l'ulcerazione dei tessuti. Esistono due tipi di leishmaniosi cutanea: urbana e rurale.

Nelle varietà urbane, l'infezione si verifica da persone e cani infetti. Durante il periodo di incubazione, non vi è alcun cambiamento nel corpo umano. Quindi si forma un nodulo brunastro (Leishmania) sul sito della puntura di zanzara. Nel tempo, cresce. Dopo 5-10 mesi, si forma un'ulcera rotonda sul sito del leishmanioma. La durata della malattia è di 1-2 anni.

I portatori di Leishmania sono zanzare del genere Phlebotomus

Nelle varietà rurali, l'infezione proviene da gerbilli, roditori. La durata del periodo di incubazione da 1 settimana a 2 mesi. L'esordio della malattia è acuto. Sulla pelle del viso si formano mani, gambe, leishmanioma che assomigliano ad un ascesso. Ulcere di forma irregolare, con contenuti purulenti si formano nelle prime settimane della malattia. La guarigione avviene in 2-4 mesi con la formazione di cicatrici. La malattia dura fino a sei mesi.

Nella leishmaniosi viscerale, l'infezione del corpo viene da una persona malata, cani, animali selvatici. Il periodo di incubazione dura circa 3-6 mesi. La malattia si manifesta gradualmente. Ci sono debolezza, malessere, febbre, ipertrofia della milza, fegato. La pelle diventa cerosa, verde pallido o scuro. Vi sono violazioni del cuore, ghiandole surrenali, reni.

  • Identificazione di agenti patogeni in strisci del contenuto dei linfonodi, midollo osseo, milza;
  • Test cutanei con leishmanin. In caso di forma della pelle, sono positivi 6-8 settimane dopo il recupero. Quando la forma viscerale del campione è negativa;
  • ELISA è il metodo più accurato per diagnosticare la forma viscerale.

Condurre il trattamento ospedaliero della leishmaniosi. È necessario isolare tali pazienti da altri pazienti per prevenire la comparsa di infezioni secondarie. Assicurati di avere una dieta equilibrata, poiché i pazienti sono esausti.

Farmaci usati nel trattamento della leishmaniosi: amfotericina B, paromomicina, pentamidina isotrata, solusurmina, preparati di stibio.

La prevenzione include l'eliminazione di tane di roditori, la cattura di cani randagi, l'eutanizzazione di animali infetti da leishmaniosi e lo sterminio dei centri di zanzare riproduttive.

Giardia

Giardia porta alla giardiasi. Sono parassiti nel corpo umano nell'intestino tenue, cistifellea. Sono possibili due forme di esistenza: mobile (vegetativa) e immobile (cisti).

L'infezione è possibile quando si consumano verdure, frutta, acqua contaminata da cisti, così come attraverso le mani non lavate e le forniture domestiche.

Una volta nel corpo umano, Giardia dimora nell'intestino tenue, irritando la sua mucosa. Aumento della formazione di gas, dolore addominale, nausea. Le feci diventano instabili (la stitichezza si alterna alla diarrea). Più spesso i bambini si infettano.

Diagnosi: rilevamento di Giardia nelle feci o contenuto duodenale, anticorpi a loro nel sangue.

Trattamento con farmaci: tinidazolo (fazizhin, ametina, tinogin), tiberal (ornidazolo), macmoror.

Prevenzione: igiene personale, lavaggio delle verdure, frutta prima di mangiare, distruzione delle mosche.

Trichomonas vaginale

Trichomonas vaginale porta all'infiammazione del sistema genito-urinario - tricomoniasi. La via di trasmissione nella maggior parte dei casi è sessuale. Le infezioni domestiche (in combinazione con gli articoli per l'igiene del paziente, la biancheria da letto) si verificano raramente. È possibile la trasmissione di una neonata da una madre infetta. La malattia può seguire un corso cronico.

La tricomoniasi nelle donne si manifesta con vaginiti con scarico caratteristico, prurito e bruciore nella vagina.

Negli uomini, si manifesta con uretrite con piccole secrezioni mucose.

Diagnosi: rilevamento di trichomonads in strisci.

Trattano entrambi i partner sessuali, i contatti intimi sono esclusi per il periodo di trattamento.

  • compresse per somministrazione orale - trichopol, dazolik;
  • compresse vaginali - terzhinan;
  • supposte vaginali;
  • antisettici.

Prevenzione: igiene intima, uso del preservativo.

spora

Forma spore. Gli sporoviki vivono in vari tessuti e cellule del corpo. Febbre, anemia, ittero - i sintomi caratteristici dell'infezione da sporohoviki.

coccidi

Il coccidio provoca la toxoplasmosi nell'uomo (congenita e acquisita, acuta e cronica). Puoi diventare infetto dai gatti.

Nella forma congenita, si verifica la morte fetale dell'embrione, la morte del neonato a causa di sepsi o (nei sopravvissuti) danni al sistema nervoso (demenza), occhi.

La forma acuta acquisita appare come la febbre tifoide (con aumento della temperatura, ipertrofia del fegato, milza) o con una predominanza di disturbi del sistema nervoso (convulsioni, paralisi).

La forma cronica si manifesta con un aumento della temperatura ai numeri subfebrilari, un mal di testa, ipertrofia dei linfonodi e del fegato e una diminuzione dell'efficienza. Possibili danni agli occhi, al cuore, al sistema nervoso.

Coccidia è una sottoclasse di protisti dal tipo Apicomplexa.

Potrebbe esserci un corso latente di toxoplasmosi.

La diagnosi viene eseguita rilevando gli anticorpi nel sangue.

Il trattamento è spesso non richiesto. Le donne incinte e i neonati sono trattati per eliminare i sintomi acuti.

I pazienti con infezione concomitante da HIV devono essere trattati con toxoplasmosi con una diminuzione del livello delle cellule immunitarie protettive (CD 4) inferiore a 200.

Il farmaco di scelta per il trattamento della toxoplasmosi era il co-trimaxaxol (Biseptol).

La prevenzione include l'osservanza delle norme sanitarie nella cura degli animali, la lavorazione del cibo, l'esame per la toxoplasmosi delle donne in gravidanza.

Malaria Plasmodium

Porta alla malaria che si verifica con attacchi di febbre, distruzione di globuli rossi, ipertrofia del fegato e milza.

La fonte dell'infezione diventa una persona malata e la portatrice è la zanzara della malaria femminile.

L'infezione si verifica quando una zanzara morde, quando il plasmodia con la saliva entra nel corpo. Con il sangue, raggiungono il fegato, dove avviene il loro primo stadio di sviluppo (del tessuto). Quindi entrano nel flusso sanguigno e vengono introdotti nei globuli rossi. Ecco il secondo stadio (eritrocitario) di sviluppo. Poi c'è la distruzione dei globuli rossi e il rilascio nel sangue della plasmodia, che si manifesta con un attacco di febbre.

Malaria del plasmodio - parassita monocellulare che causa la malaria

La diagnosi si basa sulla rilevazione di parassiti negli strisci di sangue.

Per il trattamento usa il chinino della droga. Se necessario, effettuare un trattamento sintomatico.

Prevenzione - la lotta contro le zanzare anofele.

  • zanzariere alle finestre e alle porte;
  • l'uso di repellenti;
  • trattamento delle acque

ciliati

Balantidium

Causa la balantidiasi. Parassitario nell'intestino crasso. Forma una cisti. L'infezione si verifica per ingestione di cisti. La principale fonte di infezione umana è il maiale, che è il portatore della malattia. I ciliati portano alla formazione di ulcere sulla parete intestinale. Questo si manifesta con una caratteristica clinica della dissenteria amebica (feci liquide con sangue).

L'infusoria di Balanthia parassita nel colon

La diagnosi si basa sul rilevamento dell'agente causale della malattia nelle feci.

Trattamento: terapia antibiotica (monomitsina, ossitetraciclina). Prevenzione della balantidosi: l'osservanza delle norme sanitarie da parte dei lavoratori di impianti di lavorazione della carne, aziende agricole.

sarkodovyh

Ameba dissenterico

L'ameba dissenterico causa l'amebiasi - una malattia simile alla dissenteria. Può formare delle cisti, portando alla comparsa di ulcere nell'intestino crasso.

L'ameba dissenterico causa gravi amebiasi

La diagnosi si basa sulla rilevazione nelle feci della forma tissutale dell'ameba.

Il trattamento viene effettuato in ospedale con l'aiuto di farmaci: metronidazolo, tinidazolo, antibiotici tetracicline.

Per prevenire le malattie, devi seguire le regole dell'igiene personale.

Malattie da protozoi, che cos'è: modi di infezione, segni, complicanze, diagnosi e trattamento

Il numero di malattie da protozoi che possono colpire una persona è relativamente piccolo. Molti di noi sono portatori asintomatici dei più semplici (cioè, senza manifestazione di sintomi).

Ma questi microbi, le infezioni da protozoi, sono estremamente pericolosi e vengono trasmessi agli esseri umani attraverso animali domestici o selvatici, oltre a zanzare, mosche, zecche e altri insetti.

Pertanto, dovresti conoscere il più possibile i loro tipi e metodi di infezione, nonché i sintomi e i metodi di lotta contro le infezioni.

Malattie da protozoi

Quali sono le più semplici? Protozoi (protozoi, protozoi) - un gruppo di eucarioti unicellulari che non hanno la capacità di produrre autonomamente materia organica. Di conseguenza, per il loro sostentamento usano sostanze organiche prodotte da altri organismi viventi.

Il più semplice esiste in tutte le aree del globo: nel suolo, nell'acqua, nell'aria. Sebbene ci siano centinaia di specie, le malattie infettive possono essere causate solo da microbi adattati allo stile di vita parassitario.

Il più semplice consiste in una singola cella, che contiene tutti gli elementi necessari per l'attività vitale. I parassiti che vivono nel tratto gastrointestinale entrano attraverso la bocca e escono con le feci o la saliva.

I nuovi proprietari vengono trasmessi attraverso l'acqua grezza, con le mani sporche o con l'aiuto di insetti succhiatori di sangue.

Ciclo di vita

L'esistenza del parassita consiste di 3 fasi principali:

  1. Il contatto con il corpo umano;
  2. Riproduzione, creazione di altri parassiti;
  3. Posa delle uova.

Malattie causate da protozoi

Tra le molte infezioni protozoarie che colpiscono le persone (leishmaniosi, piroplasmosi, tricomoniasi, coccidiosi, balantiasi, giardiasi, candidosi, malattia del sonno e altri protozoi intestinali), le malattie più note e diffuse sono la malaria, l'amebiasi, la giardiasi, la toxoplasmosi.

malaria

Secondo la ricerca scientifica, la malaria, come altre infezioni da protozoi, è stata modificata e adattata all'ambiente insieme agli umani. Circa 250 milioni di persone si ammalano ogni anno e in metà dei casi è fatale.

L'agente eziologico è il batterio plasmodium, suddiviso in 4 specie. Questi batteri e, di conseguenza, la malattia stessa, sono comuni in Africa, America centrale e meridionale e Asia orientale.

La malattia causa il trasferimento di microbi dalla saliva della zanzara nel sangue umano. Dopo la riproduzione per semplice divisione dal fegato, i batteri entrano nel flusso sanguigno, iniziando il processo infettivo.

sintomi

I primi segni di malaria non sono molto pronunciati. Possono essere confusi con i sintomi di altre malattie. Prestare attenzione se ci sono:

  • la debolezza;
  • stanchezza;
  • mal di testa;
  • disagio allo stomaco;
  • dolori muscolari;
  • nausea.

La classica manifestazione della malattia - brividi e febbre sono piuttosto rari. I più caratteristici sono la ridotta pressione, il vomito e l'anemia.

Nel periodo di complicanze, convulsioni, coma, ipoglicemia, insufficienza renale, urine nere sono possibili.

diagnostica

Il medico effettua una diagnosi accurata basata su esami del sangue di laboratorio. Ma prima, allo scopo di escludere altre possibili opzioni, lo specialista studia attentamente i sintomi esistenti e i dati epidemiologici e geografici.

trattamento

Il trattamento viene effettuato rigorosamente in ospedale, in reparti protetti da zanzare e altri insetti. Al paziente vengono prescritti specifici farmaci antiprotozoari (Chinino, Delagil, Meflokhin, Hingamin). Loro in poco tempo liberano dalla malaria tropicale e da quattro giorni. Poi c'è un corso Primaquina, al fine di evitare ricadute.

prevenzione

Il modo più efficace per evitare la contrazione della malaria non è viaggiare nei paesi e nelle aree in cui la malattia è prevalente.

Se il viaggio non può essere evitato, assicurati di visitare un medico che fornirà le raccomandazioni necessarie e prescriverà un ciclo di vaccinazione.

Proteggiti anche con repellenti e zanzariere da punture di insetti.

amebiasi

Questa malattia, chiamata anche dissenteria amebica, è causata da alcuni tipi di amebe trasmesse da una persona infetta.

Come con la malaria, la probabilità di infezione da parte di malattie protozoarie per gli esseri umani è più alta nei paesi caldi o in via di sviluppo con condizioni igieniche difficili.

Le invasioni protozoarie sono causate da parassiti che entrano nel corpo umano attraverso l'acqua o il cibo, con le cisti già presenti in esse. Le cisti invadono l'intestino, causando sintomi di colite.

Manifestazioni di amebiasi

Molto spesso l'infezione è asintomatica. In altri casi sono possibili:

  • dolore all'addome e alla schiena;
  • la debolezza;
  • perdita di peso

I sintomi dell'amebiasi possono essere simili all'appendicite. Quando visiti le feci della toilette vengono fuori con sangue e muco. Tutto questo è accompagnato da febbre e diarrea.

diagnostica

Per la diagnosi di studi parassitologici sono condotti. Campioni prelevati dalle feci, fare uno striscio rettale.

Per l'amebiasi extraintestinale sono prescritti ecografia, TC e raggi X.

trattamento

Il regime di trattamento viene stabilito dal medico individualmente, in base al tipo di malattia. Questi sono principalmente farmaci antiprotozoari - compresse antimicrobiche ad ampio spettro (metronidazolo, Ornidazolo, Tinidazolo).

Con il trattamento di successo, il risultato è raggiunto entro 2-4 mesi. Ma a volte il processo può richiedere fino a un anno.

È probabile che i pazienti con amebiasi grave necessitino di un ciclo aggiuntivo di farmaci antibatterici.

prevenzione

La prevenzione delle infezioni intestinali da protozoi è l'igiene, il lavaggio completo delle mani, verdure, frutta, la distruzione di insetti.

Con lo stesso scopo, un sondaggio di persone che fanno domanda per posti di lavoro nell'industria alimentare.

giardiasi

La giardiasi è un'infezione da protozoi causata da cisti di Giardia. Trasmesso da cani, roditori, gatti, maiali, bovini. Entrano nel corpo attraverso la via oro-fecale attraverso le cose e il cibo contaminato da cisti.

Nelle istituzioni per bambini queste possono essere pentole, giocattoli, penne.

Nel corpo Giardia non è lungo in un posto. Si attaccano ai villi nella parte anteriore, lasciando la schiena libera. Dopo qualche tempo, vengono staccati e trasferiti in un'altra parte dell'organo, a volte penetrando nei suoi tessuti.

Sintomi di Giardiasi

Come tutte le infezioni intestinali, i sintomi caratteristici di questa malattia sono letargia, dolore addominale e aumento della fatica.

Inoltre, questi includono:

  • mancanza di appetito;
  • bruciori di stomaco;
  • diarrea, trasformandosi in stitichezza;
  • dolori all'ombelico;
  • sintomi di colecistite.

Nelle persone sotto i 25-27 anni, la giardiasi è espressa nei disturbi del tratto gastrointestinale. Sono anche notate manifestazioni della malattia con reazioni allergiche (soffocamento, orticaria, rinite, prurito).

diagnostica

Per una diagnosi più accurata, è necessario effettuare studi duodenali e immunologici e passare un'analisi delle feci. Nella giardiasi del sangue può essere rilevato già 10-14 giorni dopo l'infezione.

trattamento

Indipendentemente dal tipo di parassita e dalla gravità della malattia, è necessario prescrivere un determinato trattamento quando viene rilevata una cisti di Giardia nel sangue. Tuttavia, in violazione delle funzioni del fegato o degli intestini, è prima necessario condurre un esame completo del paziente.

Dopo questo, i seguenti farmaci antiprotozoari possono essere prescritti:

Anatomia patologica / Infezioni della prostata

MALATTIE INFETTIVE CAUSATE DA PROTESTABILE

Caratteristiche motivazionali dell'argomento. La conoscenza dell'argomento è necessaria per studiare le malattie infettive causate dai protozoi nei reparti clinici. Nel lavoro pratico di un medico, è necessario fare una diagnosi clinica e prescrivere un trattamento etiopatogeneticamente comprovato, così come per l'analisi clinico-anatomica delle osservazioni in sezione.

Lo scopo dell'addestramento è di essere in grado di determinare i segni di malattie infettive provocate da alcuni protozoi mediante un quadro macro e microscopico: malaria, amebiasi, leishmaniosi, spiegare le cause e i meccanismi strutturali del loro sviluppo, valutare il probabile esito e determinare l'importanza delle complicanze per il corpo.

Per raggiungere questo obiettivo, devi essere in grado di:

- definire la malaria, spiegare le cause e i meccanismi strutturali del suo sviluppo;

- interpretare la morfologia di varie forme di malaria;

- valutare l'importanza delle complicazioni e spiegare le cause della morte nella malaria;

- definire l'amebiasi, spiegare le cause e i meccanismi strutturali del suo sviluppo;

- interpretare la morfologia dell'amebiasi;

- valutare l'importanza delle complicanze e spiegare le cause della morte nell'amebiasi;

- definire la leishmaniosi, spiegare le cause e i meccanismi strutturali del suo sviluppo;

- interpretare la morfologia di varie forme cliniche e anatomiche di leishmaniosi;

- valutare l'importanza delle complicanze e spiegare le cause di morte nella Leishmaniosi.

La malaria è una malattia parassitaria che si verifica con attacchi periodici di febbre, alterazioni del sangue, ingrossamento del fegato e della milza.

L'agente eziologico della malaria è il più semplice del genere Plasmodium falciparum, la cui riproduzione e sviluppo avvengono nel corpo di una zanzara e degli umani.

La fonte della malattia è una persona che soffre di malaria. Il portatore di Plasmodium falciparum e altri tre parassiti della malaria Plasmodium vivax, Plasmodium ovale, Plasmodium malariae è l'anofele femminile del genere Anopheles. Questo insetto è ampiamente distribuito in Africa, Asia e America Latina. Dal 1950 al 1980, fu condotta una massiccia campagna per eliminare queste zanzare. Tuttavia, non è stato efficace. Di conseguenza, sono apparse zanzare resistenti al DDT e il Plasmodium falciparum è anche resistente alla cloroquina e alla pirimetamina. La malaria è una diffusa malattia infettiva parassitaria nel mondo che colpisce 100 milioni di persone all'anno, di cui 1,5 muoiono.

Una zanzara femmina viene infettata dal plasmodia quando succhia il sangue di un paziente con la malaria e dopo 7-45 giorni (a seconda della temperatura dell'aria) diventa capace di trasmettere il plasmodia. Una persona sana viene infettata dal morso di una zanzara infetta da plasmodia, con la saliva di cui gli agenti patogeni penetrano nel corpo. Con il flusso di sangue, i plasmodi entrano nel fegato, dove subiscono il primo ciclo di sviluppo (del tessuto), quindi passano nel sangue e vengono introdotti nei globuli rossi. Qui eseguono un secondo ciclo di sviluppo (eritrocitario), che termina con la scomposizione dei globuli rossi e il rilascio di agenti patogeni nel sangue del paziente, che è accompagnato da una risposta dell'organismo sotto forma di un attacco di febbre. A seconda della frequenza di alternanza dei periodi febbrili e non febbrili, si distinguono quattro forme di malaria: tre giorni, quattro giorni, tropicale e ovalaleralia.

Per 1-6 settimane (a volte fino a un anno o più), l'agente patogeno può essere presente nel corpo umano senza causare manifestazioni della malattia (periodo di incubazione).

Corso clinico La malattia di solito inizia improvvisamente: c'è un brivido forte, la temperatura può salire a 40-41 ° C, e poi rapidamente diminuisce alla normalità, che è accompagnata da un'abbondante sudorazione. La durata dell'attacco da 6 a 10 ore. Le seguenti convulsioni appaiono a intervalli regolari a seconda della forma della malaria: per malaria di tre giorni e ovalaleria - a giorni alterni, per quattro giorni - dopo 2 giorni, per la malaria tropicale, le convulsioni possono seguire una dopo l'altra senza interruzione. Nei periodi tra gli attacchi, le condizioni del paziente possono essere soddisfacenti, rimane solo la debolezza. Senza trattamento, gli attacchi vengono ripetuti molte volte e il recupero completo non si verifica. Dai primi giorni della malattia, il fegato e la milza sono ingranditi, a volte dolorosi, specialmente durante un attacco. Cuore, reni, sistema nervoso centrale possono essere colpiti. Di queste forme, la "malaria tropicale" è la più grave e, con un trattamento o una mancanza impropria, la condizione del paziente può deteriorarsi rapidamente e sviluppare il cosiddetto coma malarico, che porta alla morte.

Patogenesi. Gli sporozoiti della malaria con una puntura di zanzara vengono introdotti nel sangue e in pochi minuti raggiungono le cellule del fegato. Quindi si legano ai recettori sul lato inferiore della superficie dell'epatocita a causa della presenza di proteine ​​in sporozoite, che contengono una regione omologa alla regione legata dell'epatocita trombospondina. All'interno della cellula epatica, il parassita della malaria si moltiplica molto rapidamente e i risultanti 30.000 merozoiti strappano la cellula epatica. I merozoiti sono attaccati da una molecola di parassita simile a una lectina alle molecole di glicophorina situate sulla superficie degli eritrociti. I merozoiti producono molte proteasi che possono idrolizzare l'emoglobina nei loro vacuoli digestivi. La maggior parte dei merozoiti si moltiplica, con la formazione di nuovi merozoiti (forme asessuate), e solo alcuni di essi si sviluppano in forme sessuali, denominati gametociti, che infettano le zanzare che si nutrono di sangue infetto. I parassiti della malaria che maturano nei globuli rossi cambiano il loro aspetto morfologico. I merozoiti secernono proteine, chiamate sequestrine, che si trovano sulla superficie dei globuli rossi sotto forma di escrescenze, chiamate dossi malarici. I sequestrini sono in grado di legarsi ai recettori delle cellule endoteliali: ICAM-1, recettore della trombospondina e glicoforina CD46. Tali globuli rossi vengono rimossi (sequestrati) nella milza. I globuli rossi contenenti schizonti maturi possono evitare il sequestro perché contengono sequestrine in quantità minore.

Le principali lesioni morfologiche della malaria, in particolare tre o quattro giorni, sono associate alla distruzione dei globuli rossi, il plasmodio introdotto in essi. Queste forme di malaria sono causate da Plasmodium vivax, Plasmodium ovale, Plasmodium malariae e sono accompagnate da moderata anemia, in rari casi, splenomegalia severa con rottura splenica e sindrome nefrosica. Con la distruzione dei globuli rossi nel sangue entra nel pigmento scuro, quasi nero a grana fine (emomelanina), formato come risultato dell'attività vitale del plasmodio. Allo stesso tempo, l'anemia e l'ittero (emolitico) sovrareepatico, l'emomelanosi e l'emosiderosi degli elementi del sistema reticoloendoteliale, che culmina nella sclerosi, si sviluppano simultaneamente. Durante i periodi di crisi emolitiche compaiono disturbi vascolari acuti (stasi, emorragie diapedemiche). Negli organi del sistema linfoide, il plasmodia viene catturato dai macrofagi, e occasionalmente dai leucociti, e muoiono. Gli organi in cui si accumula l'emeomelanina acquisiscono un colore grigio scuro. Insieme a questo, si verifica una significativa iperplasia di questi organi, in particolare della milza. Macroscopicamente, è libero nel periodo acuto della malattia, è facilmente ferito. Più tardi il corpo diventa densità carnosa.

In connessione con l'antigenemia persistente nella malaria nel sangue compaiono complessi immunitari tossici. Il loro impatto è associato alla sconfitta della microvascolarizzazione (aumento della permeabilità, dell'emorragia) e allo sviluppo della glomerulonefrite.

Nella malaria tropicale, esistono alcune differenze legate al fatto che il plasmodia nella microvascolatura di molti organi e tessuti, la seconda metà del suo ciclo di sviluppo, ha luogo nei vasi. Le forme acute causate dall'infezione da Plasmodium falciparum causano una parassitemia abbondante, un'anemia pronunciata, sintomi cerebrali, insufficienza renale, edema polmonare e morte. Nei luoghi di accumulo di plasmodi maturazione, molti fagociti compaiono, tra i quali predominano i leucociti neutrofili, e in seguito i macrofagi che assorbono entrambi i prodotti di decadimento dopo la morte degli eritrociti e colpiscono i globuli rossi e il plasmodi. In questi vasi, la coagulazione intravascolare del sangue si verifica regolarmente con la formazione di coaguli di sangue. Caratterizzato da danni ai vasi cerebrali, accompagnato dal verificarsi di cambiamenti degenerativi diffusi nei neuroni, piccole emorragie e aree di necrosi. Successivamente, una reazione gliale (granuloma di Dürk) si verifica intorno a loro. Le lesioni cerebrali causate da infezione da Plasmodium falciparum, che rappresentano l'80% della mortalità infantile, sono dovute al fatto che il parassita è attaccato selettivamente alle cellule endoteliali dei capillari cerebrali. In questi pazienti, nelle cellule endoteliali del cervello, rispetto ad altri organi, è stato osservato un aumento significativo di ICAM-1, recettore della trombospondina e CD46, che dovrebbe essere associato all'attivazione di citochinasi, come il TNF. Macroscopically a morte di pazienti in una condizione di una colorazione fumosa caratteristica di coma di corpi leggeri è annotata.

Morfologia. I cambiamenti morfologici nei tre, quattro giorni e ovalemalarias sono quasi identici.

Inizialmente, ci fu un forte aumento della milza, inizialmente come risultato di pletora, e poi - iperplasia del pigmento fagocitico delle cellule, raggiungendo talvolta una massa di 1000 g. La polpa della milza è di colore grigio scuro o nero a causa dell'abbondanza di cellule di fagocitosi contenenti nero granulare brunastro, con una debole doppia riflessione "pigmento malarico". Inoltre, ci sono numerosi macrofagi pieni di parassiti, detriti di eritrociti e residui organici. Nella fase acuta della malaria, la milza è morbida, a sangue intero, nella cronica - densa a causa della sclerosi in via di sviluppo; la sua massa raggiunge 3-5 kg ​​(splenomegalia malarica).

Con lo sviluppo della malaria, anche il fegato aumenta di volume a causa dell'iperplasia delle cellule reticoloendoteliali stellate (cellule di Kupffer) con la deposizione di parassiti e pigmento della malaria (ememelanina) nel loro citoplasma. Il fegato è a sangue freddo, grigio-nero nel taglio. Nella malaria cronica, lo stroma del fegato è ispessito e il tessuto connettivo cresce in esso. Il pigmento di malaria si trova nel citoplasma degli epatociti. I fagociti pigmentati possono essere osservati ovunque nel midollo osseo, nei linfonodi, nel tessuto sottocutaneo e nei polmoni. Il midollo osseo delle ossa piatte e tubolari ha un colore grigio scuro, marcata iperplasia delle sue cellule e la deposizione di pigmento in esse. Ci sono aree di aplasia del midollo osseo. L'emomelanosi degli organi del sistema istiocito-macrofagi è combinata con la loro emosiderosi. Ha sviluppato ittero sovrareepatico (emolitico).

I reni sono spesso ingranditi e, per così dire, in polvere con un pigmento malariale bruno-nero a causa della sua abbondanza nei glomeruli e nei cilindri di emoglobina dei tubuli.

La morfologia della malaria tropicale. In caso di malaria cerebrale maligna causata da Plasmodium falciparum, i vasi microemocircolari sono bloccati dai parassiti. Ogni cella contiene punti di pigmento di hemozoina. Intorno alle navi, emorragie diapedemiche associate all'ipossia tissutale locale dovuta a stagnazione e infiltrati infiammatori focali, denominati granulomi malarici o durk. Con ipossia più pronunciata, si osservano distrofia dei neuroni, rammollimento ischemico focale (focolai di necrosi da colliquazione) e talvolta piccoli infiltrati infiammatori nella pia madre. In questi casi, la corteccia e altre aree della sostanza grigia del cervello hanno un colore grigio-marrone scuro (fumoso). Nella sostanza bianca ci sono numerose emorragie puntiformi che circondano vasi pieni di agglutinati eritrociti con parassiti nel citoplasma o coaguli di sangue ialino.

Con il decorso cronico nel cuore, possono verificarsi cambiamenti focali distrofici dovuti a stasi, anemia cronica e infiltrati infiammatori focali nello stroma.

Complicazioni della malaria acuta possono essere malaria coma, shock con DIC, glomerulonefrite, malnutrizione cronica, amiloidosi. Queste complicazioni possono causare la morte.

L'amebiasi, o dissenteria amebica, è una malattia parassitaria cronica, dal gruppo diarrea, causata da un'ameba dissenterica e caratterizzata da lesioni ulcerative del colon.

Il suo agente causale è il più semplice - Entamoeba histolytica. Nel ciclo evolutivo di Entamoeba histolytica, c'è uno stadio vegetativo e uno stadio di riposo, o cisti. La cisti è resistente ai fattori ambientali, può persistere nelle feci a una temperatura di 13-17 ° C per un massimo di 15 giorni e più a lungo, su terreno umido - fino a 8 giorni, alcuni giorni su frutta, verdura, articoli per la casa. Muore durante l'ebollizione, l'essiccazione.

La malattia è diffusa nelle zone con un clima caldo. In India, Colombia e Messico, circa 40 milioni di persone soffrono di dissenteria amebica complicata da ascessi epatici.

Ottenere amebe nel corpo umano non sempre porta alla comparsa dei segni clinici della malattia. Queste persone diventano portatrici di amebe e possono essere pericolose per gli altri. Pazienti e portatori rilasciano nell'ambiente cisti di feci di amebe che vengono trasmesse da persona a persona per mani sporche e oggetti domestici. L'infezione si verifica quando si ingoiano le cisti di amebe con cibo contaminato, ad esempio con verdure non lavate e acqua (quando si beve acqua da stagni aperti, facendo il bagno in essi). Per il cibo, le cisti amebiche vengono introdotte da mani e mosche contaminate.

Patogenesi. L'infezione avviene per via enterale e solo con cisti di istamoba histolytica. La cisti ha una parete di chitina e 4 nuclei. Le cisti sono resistenti agli effetti dell'acido cloridrico nel succo gastrico.Nel cieco, le cisti formano trofozoiti - una forma simile all'ameba - che inizia a moltiplicarsi in condizioni anaerobiche, senza causare danni all'ospite in questa fase. Poiché i parassiti sono privi dei mitocondri o del ciclo degli enzimi di Krebs, le amebe sono costrette a fermentare il glucosio dall'etanolo per la loro esistenza. Le proteine ​​secrete dalle amebe contengono:

- cisteina proteinasi, che sono in grado di distruggere le proteine ​​della matrice extracellulare;

- La lectina della superficie della membrana del parassita lega le carboidrasi della membrana esterna delle cellule epiteliali e degli eritrociti;

- proteina, designata amebopore, che è in grado di penetrare nelle membrane interne del citoplasma delle cellule epiteliali e lisarle. Amebopor è una piccola molecola proteica, nella sua struttura corrispondente ai linfociti NK killer della lisina.

La malattia, accompagnata da diarrea, si sviluppa solo nel 10% delle persone infette da amebesi. Si presume che esistano due forme di amebe geneticamente diverse: Entamoeba histolytica, che causa la malattia, e Entamoeba dispar, che non è patogeno. Le cisti di amebe virulente e non virulente hanno quasi la stessa struttura. Ma l'identificazione di trofozoidi contenenti eritrociti assorbiti è un indicatore morfologico dell'invasione tissutale da parte dei parassiti virulenti di Entamoeba histolytica.

Entro una settimana (a volte diversi mesi), le cisti amebiche possono essere trovate nel corpo umano senza causare manifestazioni cliniche della malattia - il periodo di incubazione. L'esordio della malattia è graduale. Ci sono debolezza, malessere, perdita di appetito, spesso dolore addominale. La sedia diventa frequente (fino a 10-15 volte al giorno). I movimenti intestinali diventano fluidi, contengono muco vitreo e spesso sangue, che si infiltra nel muco e dà loro l'aspetto di gelatina di lampone. La temperatura è normale A volte (più spesso nei bambini) la malattia inizia in modo acuto. Ci sono dolori acuti nell'addome, feci frequenti, movimenti intestinali liquidi mescolati con muco e sangue, la lingua è ricoperta da una fioritura biancastra, i sintomi di intossicazione (debolezza, indisposizione, mal di testa, nausea, vomito) sono espressi. Con un corso cancellato, le condizioni generali rimangono buone, c'è un leggero gonfiore, brontolio e feci molli. La malattia è ricorrente in natura.

Morfologia. L'ameba può essere rilevata nel lume intestinale e senza cambiamenti strutturali nell'organo. A causa della capacità dell'ameba di secernere enzimi proteolitici (tripsina e pepsina) nell'ambiente esterno, provoca danni all'epitelio nel caso di avvicinamento alla parete intestinale, che garantisce la sua penetrazione nello strato sottomucoso dell'organo. L'ulteriore diffusione è determinata dal rilascio di un fattore di penetrazione che include la ialuronidasi.

In posti di introduzione delle ulcere di ameba di varie dimensioni sono formati. I cambiamenti necrotici-ulcerativi sono più frequenti e pronunciati nel cieco (colite ulcerosa cronica). Tuttavia, l'ulcera è possibile in tutto il colon e persino nell'ileo. Il fondo delle ulcere è coperto da detriti non strutturati, e qui vengono determinati pigmenti di sangue, insieme a molti batteri. Poi viene lo strato rappresentato dal tessuto necrotico dell'organo. I leucociti sono quasi completamente assenti qui. Amebe vengono rilevate principalmente negli strati profondi di necrosi. Il loro numero massimo è rilevato al confine del sito di necrosi con i tessuti conservati dell'organo. La risposta cellulare, principalmente mononucleare, è trascurabile. Le amebe possono penetrare il muro e il lume dei vasi sanguigni, la trombosi si verifica in alcune parti di tali vasi. I linfonodi regionali sono un po 'ingrossati, ma in essi non vengono rilevate amebe. Tuttavia, quando l'infezione secondaria si unisce, si verifica l'infiltrazione dei neutrofili, appare il pus. A volte si sviluppano forme flemmatiche e gangrenose di colite. Come risultato della guarigione delle ulcere, si formano cicatrici che portano alla deformazione della parete intestinale.

Macroscopicamente, la mucosa dell'intestino è irregolarmente piena di sangue, con aree di emorragia. Le sue pieghe sono ispessite, rivelano ulcere di diverse dimensioni, a volte si fondono insieme. Le ulcere sono elevate sopra la superficie della membrana mucosa, nel processo acuto sono circondate da un alone rosso. Quando il muro dell'intestino viene tagliato, si può vedere che il difetto ulcerativo si estende sotto la membrana mucosa preservata.

La diffusione ematogena di amebe nella vena porta con lo sviluppo di danno epatico, principalmente del suo lobo destro, è notata in una parte significativa degli individui. Qui ci sono singoli o multipli focolai di necrosi, che sono convenzionalmente chiamati ascessi. Il processo ha lo stesso carattere di quello nell'intestino.

Distinguo le complicanze intestinali e extra-intestinali dell'amebiasi. Dell'intestino, i più pericolosi sono la perforazione delle ulcere, il sanguinamento, la formazione di cicatrici stenosanti dopo la guarigione delle ulcere, lo sviluppo di infiltrati infiammatori simili a tumori attorno all'intestino affetto (perilitfly). Delle complicanze extraintestinali, la formazione di ascessi nel fegato e nel cervello è la più pericolosa.

La giardia lamblia è il protozoo intestinale patogeno più comune al mondo. L'infezione può non avere quasi nessuna manifestazione clinica e in alcuni casi è la causa di diarrea acuta o cronica, steatrea o stitichezza. La malattia nella nuova nomenclatura è designata giardiasi, il vecchio nome giardiasi. Negli Stati Uniti, questa infezione è particolarmente comune nelle strutture per ritardati mentali e nei rifugi.

L'infezione si verifica prevalentemente per via alimentare (fecale-orale) quando viene consumata con cisti prodotti contaminati (specialmente frutta, verdura, bacche, non sottoposti a trattamento termico) e acqua, così come attraverso le mani e gli articoli casalinghi che hanno cisti. La clorazione non uccide le cisti.

La Giardia, come Entamoeba, fermenta il glucosio, manca dei mitocondri ed esiste in due forme: motile (trofozoiti) e immobile (cisti). Il trofozoite ha 2 nuclei, meno spesso uno, 4 paia di flagelli e disco di aspirazione (tratti distintivi di Entamoeba), con l'aiuto di cui è attaccato alla membrana mucosa del duodeno, meno spesso nel colon. La giardia è attaccata, ma non penetra nelle cellule epiteliali. Questo attacco viene effettuato con gli zuccheri dalla membrana esterna degli enterociti attraverso la lectina parassitaria, che viene attivata dalla proteasi duodenale. Come risultato, si formano dei dischi di zucchero tra il parassita e l'enterocita, costituiti da tubulina citoplasmatica e un filamento intermedio, che è chiamato la giordina. Quindi, Giardia non emette una tossina, e la sua superficie, che contiene cisteina in abbondanza, è simile nella struttura alle tossine che causano la diarrea. Giardia sotto l'influenza dell'immunoglobulina A è in grado di cambiare gran parte della sua superficie in altre diverse forme antigeniche, che sono codificate da 50 geni diversi.

La riproduzione di agenti patogeni si verifica a livello intestinale e delle vie biliari. Una volta nel tratto gastrointestinale in individui con bassa acidità di succo gastrico, e anche in una persona sana, la giardia si moltiplica nell'intestino tenue, a volte in grandi quantità, causando irritazione della membrana mucosa (enterite sierosa). Ci sono dolori nella parte superiore dell'addome o nell'ombelico, gonfiore, brontolio, nausea. Ci può essere stitichezza, alternando la diarrea (feci gialle, con una leggera mescolanza di muco). Penetrando dal piccolo intestino al colon (dove le condizioni sono sfavorevoli per loro), Giardia perde la sua mobilità e si trasforma in cisti. Le cisti sono escrete dal corpo del paziente con le feci. Sono ben conservati nell'ambiente: nelle feci sono in grado di sopravvivere fino a 3 settimane, e in acqua pulita - fino a 5 settimane.

Più spesso i bambini sono malati (soprattutto da 2 a 5 anni). Qualche volta la malattia procede senza manifestazioni pronunciate e è trovata, di regola, dopo un'altra malattia precedente. La tenerezza segnata nell'addome, il suo gonfiore. Feci frequenti, feci fluide, con una quantità significativa di muco, che ha un colore verde e una sorta di aspetto spumoso-soffice. La crescita del peso del bambino rallenta.

Morfologia. Negli escrementi, il trofozoite Giardia lamblia ha una forma a pera con due nuclei, simile a uno schizzo di una caricatura. L'esame istologico delle sezioni del duodeno rivela trofozoiti a forma di falce, che hanno un disco concavo, con il quale attaccano le cellule epiteliali ai microvilli sulla superficie. I cambiamenti morfologici avvengono solo dopo la morte di microville. Successivamente, i cambiamenti strutturali nell'intestino hanno il carattere di enterocolite con infiltrazione linfoistiocitica moderata della membrana mucosa e alterazioni distrofiche e talvolta anche distruttive delle cellule epiteliali. La giardia, di regola, si trova in quantità significative nel lume intestinale, ma può penetrare in profondità nella mucosa. Negli individui con una carenza di immunoglobuline, vi è una marcata iperplasia dei follicoli linfoidi dello strato mucoso.

Nella mucosa della cistifellea si osservano edemi, desquamazione dell'epitelio e delle sovrapposizioni fibrinose. Si ritiene possibile formare piccoli ascessi nel tessuto epatico con conseguente sviluppo di cirrosi.

La leishmaniosi è una malattia infettiva cronica causata da parassiti protozoici intracellulari caratterizzati da lesioni della pelle, delle mucose e degli organi interni.

La leishmaniosi è una malattia endemica in Medio Oriente, Asia meridionale, Africa e America Latina. La sua diffusione potrebbe essere nella natura di un'epidemia. Ad esempio, la tragedia nel Sud Sudan, quando centinaia di persone sono morte a causa di una forma viscerale della malattia. Migliaia di soldati americani sono stati infettati da Leishmaniosi durante un'operazione militare in Iraq, nome in codice "Desert Storm".

La leishmaniosi è molto spesso rilevata e fortemente aggravata, come altri microrganismi intracellulari, come micobatterio, istoplasma, toxoplasma e tripanosoma in pazienti affetti da AIDS.

L'agente causale della leishmaniosi è parassita flagellato del genere Leischmania. La leishmania viene trasmessa attraverso le punture di zanzara, la cui saliva potenzia la capacità invasiva del parassita.

La profondità di penetrazione dell'amastigotia (forma invasiva di Leishmania) e la sua distribuzione all'interno del corpo dipendono dal tipo di Leishmania. Il tipo di Leishmania, a sua volta, dipende dalla regione del suo habitat. Quindi la forma della pelle della malattia è causata da Leischmania major e Leischmania aetiopica, che si trovano in Africa, Asia e Medio Oriente. Forma simile della pelle nelle Americhe, a causa di Leischmania mexicana e Leischmania braziliensis. Leischmania braziliensis può anche essere la causa delle forme della pelle mucosa della malattia. La forma viscerale della malattia con danni al fegato e alla milza in Africa, Asia e Medio Oriente è causata da Leischmania chagasi, e in America Latina e nelle regioni subtropicali del Nord America - Leischmania donovanti.

Nel chiarire le cause del tropismo di Leishmania, è stato stabilito che dipende in gran parte dalla temperatura, che è ottimale per la crescita del parassita. Così, la Leishmania, che causa la forma viscerale della malattia, cresce ad una temperatura di 37 ° C, e i parassiti, che causano la pelle e le forme mucose della malattia, crescono ad una temperatura di soli 34 ° C.

Patogenesi. Quando ingerito, la Leishmania subisce la fagocitosi da parte dei macrofagi. All'interno del macrofago, la loro forma viene trasformata e si formano amastigoti, che sono privi di flagelli, ma un singolo organello, simile ai mitocondri, è chiamato cinetoplasto.

Gli amastigoti della Leishmania sono gli unici parassiti protozoari che sopravvivono e si riproducono nei fagolisosomi del macrofago, con un pH di 4,5. L'amastigotia è protetta dall'acido intrapagolisososoico con l'aiuto dell'ATP-aspo che porta il protone, che mantiene un pH di 6,5 per il parassita. Le leishmani hanno sulla loro superficie esterna due ampi ancoraggi lipidici glicosilati, che sono molto importanti per la loro virulenza. Uno di essi è rappresentato da lipofosfoglicani contenenti glicolipidi, che formano denso glicocalice e legano C3b o iC3b. L'amastigotia fagocitata dai macrofagi attraverso il recettore dei complimenti CR1 (LFA-1) e CR3 (Mac-1 - integrina) resiste al decadimento dovuto al complimento C5-C9. I lipofosfoglicani possono proteggere i parassiti all'interno dei fagolisosomi rimuovendo i radicali dell'ossigeno e riducendo l'attività degli enzimi lisosomiali. Il secondo glicoconiugato è una proteinasi zinco-dipendente, che scinde il complimento e altri enzimi lisosomiali.

La gravità della leishmaniosi è determinata dalla risposta immunitaria dell'ospite. Con un adeguato controllo immunitario, i piccoli granulomi si formano dalle cellule T helper dei linfociti e dai macrofagi con un piccolo numero di parassiti. Venti infiltrati diffusi, rappresentati da macrofagi, traboccati di amastigoti, si manifestano in un organismo indebolito e durante l'anergia.

Amastigoty leyshmaniye vengono rimossi dal corpo attraverso le reazioni immunitarie. Linfociti CD4 + Le cellule T-helper producono interferone-g specifico del parassita, che, insieme al TNFa, prodotto dai macrofagi induce i fagociti a distruggere i parassiti attraverso metaboliti tossici di ossigeno o acido nitrico (o insieme). Con una bassa regolazione della risposta immunitaria, si osserva una progressione della malattia, causata dalla secrezione di linfociti CD4 + da parte di IL-4 T-helper, che inibisce l'attivazione dei macrofagi da parte dell'interferone e inibisce la secrezione di TNFa.

Ci sono quattro forme cliniche e anatomiche di Leishmaniosi:

Leishmaniosi viscerale, conosciuta anche come "kala-azar", che in hindi significa "febbre nera". Quest'ultimo nome è dovuto all'iperpigmentazione della pelle, che si osserva nella fase finale della malattia.

L'infezione si verifica da una persona malata e da alcuni animali domestici e selvatici, come un cane, un lupo, una volpe.

Quali sono le infezioni da protozoi?

Le infezioni da Rozoal sono pericolose per la vita non solo degli esseri umani, ma anche degli animali. Sono chiamati dai microrganismi più semplici, ognuno dei quali porta a un diverso quadro clinico delle malattie. Le cellule unicellulari sono localizzate in molti organi interni, interrompendo il loro processo di funzionamento e creando tutte le condizioni per espandere la loro attività parassitaria. Molto spesso tali infezioni si diffondono nel tratto digestivo, nel fegato, nei polmoni, nel sistema nervoso centrale e persino nella cavità orale. Di conseguenza, le persone soffrono di malattie gravi che non sono così facilmente curabili. E alcuni di loro sono incurabili.

Caratteristiche ritratto morfologico del più semplice

I biologi confermano l'esistenza di oltre 250 mila specie di microrganismi più semplici o, come vengono anche chiamati, protozoi. Ma non tutti sono parassiti. Rappresentanti del regno di una singola cellula vivono intorno a ciascuno di noi. Il loro numero è impossibile da determinare. Vivono: sulla terra, nell'acqua, nell'aria, così come all'interno degli organismi di tutti gli esseri viventi sul pianeta. La parte di loro, che è parassita, contribuisce alla comparsa di infezioni da protozoi. Ogni tipo di protozoo combina una cosa: sono tutte monocellulari. Ma il resto dei microrganismi sono individualmente differenti.

Le infezioni da protozoi hanno un quadro clinico completamente diverso. Questo si esprime anche nei modi in cui entrano nel corpo umano. A differenza delle invasioni elmintiche, è impossibile proteggere da tale infezione. I microrganismi possono entrare nel corpo anche con l'aria. Altri monocellulari "destinati" a infettare uomini e animali solo attraverso il cibo. Anche con il contatto sessuale, c'è il rischio di infezione da un'infezione protozoaria. Una tale varietà di opzioni per entrare nel corpo del più semplice rende questi nemici nemici imprevedibili.

Giardia sotto il microscopio

Malattie causate da protozoi

Le malattie protozoarie causate dai protozoi, influenzano il corpo umano in modi diversi. Alcuni sono asintomatici. Altri sono pronunciati brillantemente e la malattia stessa è dolorosa. La medicina odierna conosce diverse dozzine di malattie causate da microrganismi unicellulari. Più comune:

  • giardiasi;
  • toxoplasmosi;
  • leishmaniosi;
  • tricomoniasi.

Le malattie protozoarie degli esseri umani possono anche avere una natura venerea. Tali malattie sono:

  • pidocchi pubici;
  • scabbia;
  • amebiasi.

Il più semplice può attaccare qualsiasi organo interno di una persona. Ma la maggior parte di questi parassiti sono localizzati nello stomaco e nell'intestino. I singoli membri di microrganismi unicellulari tendono a vivere e moltiplicarsi nel sistema circolatorio del paziente.

amebiasi

L'agente causale della malattia è l'ameba dissenterica. I sintomi della malattia sono simili a molte altre infezioni parassitarie:

  • dolore nell'intestino;
  • gonfiore;
  • diarrea.

Nella forma grave di amebiasi, è possibile la comparsa di altri segni, che includono:

  • aumento della temperatura;
  • ebbrezza;
  • debolezza.

Le amebe parassitarie nel colon causano l'infiammazione delle sue pareti. Dopo 1-2 mesi, i segni di infezione possono diminuire. Ma è possibile che l'amebiasi non diventi cronica, il che spesso porta a gravi conseguenze per il paziente. Complicazioni della malattia sono:

  • nausea e vomito;
  • forte formazione di gas;
  • l'anemia;
  • problemi con il tono intestinale.

Le amebe entrano nel corpo umano con il cibo. Particolarmente a rischio sono quelli che trascurano le regole di igiene. Molto spesso, i bambini soffrono di questa malattia.

cryptosporidiosis

Una malattia pericolosa causata dai protozoi della famiglia Cryptosporidide. La principale via di infezione è associata al consumo di acqua contaminata, nonché di frutta e verdura. C'è un'altra opzione per la trasmissione attraverso il sesso anale. Più spesso, i protozoi di questa famiglia parassitano nel tratto digestivo. Ma è possibile e la diffusione dell'infezione nei polmoni. La malattia può passare senza sintomi luminosi solo nel caso di una forte immunità nel paziente. Possono apparire tutti gli altri infetti da criptosporidiosi:

  • dolore addominale;
  • la disidratazione;
  • febbre;
  • convulsioni;
  • mal di testa;
  • grave diarrea.

Questa malattia è pericolosa in quanto tutti i farmaci antiprotozoici noti alla medicina sono inefficaci nel suo trattamento. La criptosporidiosi è particolarmente pericolosa nella fase grave del suo decorso. L'inattività nel trattamento può portare alla morte del paziente.

Beva acqua purificata

giardiasi

Le malattie protozoarie della forma intestinale si trovano spesso tra tutti i tipi di invasioni. Uno di questi è la giardiasi. Questa malattia è causata da Giardia, che viene trasmessa all'uomo da altri ospiti intermedi, animali. La principale modalità di trasmissione è associata alla non conformità con le regole di igiene. Giardia parassitaria nell'intestino tenue. I sintomi sono simili ad altre invasioni:

  • dolore addominale;
  • diarrea;
  • nausea.

L'inattività da parte del paziente nel trattamento può portare a complicazioni - disfunzione delle vie biliari e insufficienza intestinale.

Fonti di infezione da giardiasi

Più malattie rare

Le proprietà parassitarie dei tipi più semplici hanno molto in comune l'una con l'altra. Quasi tutte le invasioni protozoarie si verificano con gli stessi sintomi. I pazienti sono disturbati da disturbi intestinali, intossicazione, nausea e attacchi di dolore addominale. Questo vale anche per le malattie più rare, come ad esempio:

  • Balantidiasis;
  • isosporiasi;
  • la malaria;
  • babesiosi;
  • toxoplasmosi.

Tutte queste malattie sono acute, spesso si trasformano in una forma cronica. Dopo 6-8 settimane, dopo l'insorgenza di segni di infezione, possono scomparire. Ma l'uomo stesso rimane il principale vettore di infezione. L'unica eccezione è la malaria. I protozoi intestinali, come la balantidiasi e l'isosporosi, sono particolarmente pericolosi per gli individui con infezione da HIV. Spesso, l'immunità di questi pazienti non affronta il carico aggiuntivo, che porta alla morte.

malaria

La malaria è una malattia pericolosa per la vita. Più di 300 milioni di persone ne soffrono ogni anno. E secondo le statistiche, un terzo di loro muore. Il principale vettore della malattia è la zanzara anofele. L'infezione viene trasmessa attraverso i morsi, direttamente nel sangue. I parassiti in pochi giorni arrivano al fegato, dove iniziano a proliferare attivamente. Nuovi individui - merozoiti. Hanno un effetto patogeno sulle cellule del sangue. Questi processi sono accompagnati da sintomi acuti e imprevedibili. Un paziente può soffrire di:

  • nausea e vomito;
  • convulsioni;
  • l'anemia;
  • ischemia;
  • febbre;
  • emicrania.

Inoltre, in caso di malaria, l'urina del paziente contiene un alto contenuto di emoglobina.

toxoplasmosi

Questa malattia è la più comune tra tutti i protozoi. I suoi vettori sono animali, sia domestici che selvatici. La toxoplasmosi è particolarmente pericolosa per i bambini al di sotto di un anno. Può essere trasmesso al bambino in utero o attraverso l'ambiente esterno. Più spesso, le cause di infezione da toxoplasmosi sono:

  • contatto con animali malati;
  • scarsa igiene;
  • mangiare frutta e verdura non lavate;
  • trattamento termico insufficiente di carne e cibo per pesci prima che siano consumati;
  • trasfusioni di sangue o trapianti di organi.

I principali portatori di toxoplasmosi per i bambini sono i loro genitori. Il principale pericolo per i bambini questa malattia è dovuto al gran numero di complicazioni che possono portare alla morte. Il più comune di loro - il fallimento di organi interni e paralisi. Per gli adulti, la toxoplasmosi non è pericolosa.

babesiosi

I vettori della malattia sono insetti. Come per la malaria, il processo di trasmissione avviene attraverso un morso, seguito dal succhiare il sangue. Sia l'uomo che gli animali sono infetti da questa malattia rara. Proprietà parassitarie della causa più semplice:

  • alta temperatura;
  • febbre;
  • fegato e milza ingrossati.

Nell'uomo, la babesiosi è meno acuta che negli animali. Il risultato letale è registrato in oltre l'80% di tutti i casi. Gli animali possono sperimentare: sangue nelle urine, problemi respiratori, paralisi, ecc.

Malattie esotiche

Alcuni protozoi parassitizzano solo in alcune regioni del pianeta, il motivo principale per cui li chiamavano esotici. Di particolare popolarità a causa dei suoi sintomi meritava la slitta. La sua portante è una mosca tse-tse. L'infezione si verifica attraverso una puntura d'insetto. Dopo 7-14 giorni, il paziente può rilevare i primi segni della malattia. Molto spesso, questo si applica a forti mal di testa e dolori articolari. Inoltre, la temperatura può aumentare e disturbare il prurito della pelle. È importante consultare un medico in tempo, perché dopo 2-3 settimane possono comparire nuovi sintomi - malfunzionamento del sistema nervoso centrale. Il paziente perde l'orientamento e il suo discorso diventa confuso (possibilmente intorpidimento completo).

Un'altra malattia esotica si trova nei paesi del Sud America. Si chiama malattia di Chagas. Trasportatore - bug baciato. Un'infezione con il suo morso provoca una patologia irreversibile degli organi interni. I processi infiammatori non hanno una posizione specifica. I focolai di infiammazione sono localizzati: nel cuore, nel fegato, nell'intestino, nel midollo spinale e persino nei muscoli.

Caratteristiche della diagnosi delle infezioni da protozoi

Identificare nel corpo del più semplice può essere solo utilizzando numerosi test di laboratorio. Se si sospetta un'infezione intestinale, il paziente viene esaminato per le feci per la presenza di cisti parassitarie. A seconda della malattia e della sua forma, è possibile l'esame microscopico del contenuto duodenale e del materiale prelevato durante l'endoscopia. Se si sospetta la malaria, il sangue viene esaminato per il plasmodia. E per malattie del tipo venereo, è più spesso esaminato:

  • pinzatura del tratto urinario del muco;
  • scarico dal pene o dalla vagina;
  • succo di prostata;
  • urine.

Trattamento di infezioni protozoarie

Dopo la diagnosi, il medico prescrive il trattamento. Il più delle volte consiste nell'assumere farmaci. I farmaci antiprotozoici sono selezionati individualmente per ciascun caso clinico del paziente.

Per il trattamento della malaria i farmaci più efficaci come:

  • hingamin;
  • hloridin;
  • meflochina;
  • Kotrifazit.

Questi farmaci neutralizzano varie forme di parassiti, distruggendo i componenti della loro membrana con i loro componenti. Questi farmaci saranno efficaci nella lotta contro la tricomoniasi. Inoltre, i medici possono prescrivere le candele di osarsolo e la soluzione di manganese.

Quando si diagnostica l'amebiasi, si raccomanda di prendere:

  • Mexiform (con forme intestinali di infezione);
  • Hingamin (con infezione epatica);
  • Ornidazolo (ad ampio spettro).

Il trattamento dell'amebiasi avviene a casa, ma in caso di segni di complicanze, il paziente viene ricoverato in ospedale.

Prevenzione delle malattie protozoarie

Misure preventive per proteggere dalle infezioni da infezioni protozoarie, il più delle volte associate al mantenimento dell'igiene personale. I più semplici si trovano spesso sulla superficie del cibo. Pertanto, devono essere lavati accuratamente prima dell'uso. Inoltre, puoi scottarli con acqua bollente. Non dobbiamo dimenticare il sufficiente trattamento termico dei piatti di carne.

Alcuni protozoi sono trasmessi all'uomo dal suo contatto con un animale malato. In questo caso, dovresti lavarti accuratamente le mani dopo, in modo che la persona stessa non porti l'infezione nel suo corpo. Questo è particolarmente vero per i bambini, che spesso trascurano le regole di igiene.

Ma ci sono momenti in cui una persona può essere impotente. Questo si riferisce a un'infezione che viene trasmessa dalle punture di insetti. Proteggere il proprio corpo con creme e unguenti speciali che respingono gli insetti è improbabile che funzioni.

Se temere le malattie protozoarie?

Il pericolo di malattie causate dai protozoi è spesso sottostimato dalle persone a causa della loro mancanza di consapevolezza dei sintomi e delle complicanze della malattia. Se una persona aderisce alle regole generali di igiene e insegna tutta la sua famiglia a questo, il rischio di raccogliere un'infezione da un protozoo diventa minimo. Per essere sicuri della propria salute, si consiglia di visitare regolarmente un medico e sottoporsi a una visita medica.