Papilloma intra-duttale della ghiandola mammaria - quando è necessario un intervento chirurgico e quando si può cavarsela con il trattamento?

Secondo le statistiche, ogni decima donna soffre di papilloma della ghiandola mammaria. Un tumore benigno sembra una piccola escrescenza papillare, che si sviluppa dall'epitelio e cresce nel lume del condotto del latte. Tali papillomi intraduttali compaiono indipendentemente dall'età. Entrambe le ragazze e le donne di età matura nel periodo della menopausa si rivolgono a medici-mammologi. In mammologia, la frequenza di rilevazione dei papillomi è circa il 10% del numero totale di malattie del seno.

Gli esperti chiamano tali formazioni cistoadenoma papillare o cistoadenopapilloma. Possono essere singoli o multipli, con quest'ultima specie più spesso a rischio di malignità. Il principale pericolo di tali tumori è la possibilità della loro trasformazione in un tumore maligno.

Il papilloma mammario si ferisce facilmente con la formazione di un fluido sanguinante che entra nei dotti escretori e poi viene rilasciato dal capezzolo. Nell'area di una neoplasia simile a un tumore sono possibili processi infiammatori, emorragie e necrosi che, in condizioni sfavorevoli, portano a gravi complicanze. Scopriamo come trattare il papilloma intraduttale, a quali sintomi prestare attenzione e quali fattori contribuiscono alla sua formazione.

Papilloma mammario: come si sviluppa la malattia?

L'eziologia dei papillomi intraduttali non è del tutto chiara, ma molti esperti ritengono che lo squilibrio ormonale e l'influenza del papillomavirus umano (HPV) siano i principali fattori scatenanti. Considera la struttura delle ghiandole mammarie e cerca di capire come si formano i papillomi intraduttali.

Le ghiandole mammarie di tutte le donne hanno una struttura identica. Sono costituiti da tessuto ghiandolare, circondato da tessuto adiposo. In questo caso, il tessuto mammario è diviso in segmenti più piccoli (lobi) da setti densi e connettivi.

In totale, non ci sono più di 20 di questi segmenti nella ghiandola mammaria. A sua volta, ogni lobo è diviso in piccoli lobuli contenenti alveoli necessari per la produzione di latte materno. All'interno dei piccoli lobuli passano i dotti, con molti rami che conducono agli alveoli.

Gli alveoli e i dotti sono rivestiti all'interno con uno strato epiteliale. È dalle cellule epiteliali che si formano le crescite papillari papillari all'interno dei dotti. Si trovano su un gambo sottile di fibre fibrose attraverso cui passano i vasi sanguigni.

Tali neoplasie sono piuttosto dense, oblunghe, con chiari confini. Nelle formazioni papillari con lesioni, ci sono aree con alterata circolazione del sangue, e attraverso i dotti escretori del capezzolo può essere secreto con il sangue. Spesso i papillomi formano aree con necrosi, che minaccia lo sviluppo di pericolose complicanze.

Nelle ghiandole mammarie si possono formare tumori benigni in tutti i reparti, ma il luogo preferito per la loro localizzazione è l'area dell'areola (attorno al capezzolo) attraverso la quale passa il principale dotto escretore.

Cosa provoca la comparsa di papillomi?

Il principale fattore che causa la crescita del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria è lo squilibrio ormonale. Le fluttuazioni del livello degli ormoni nel sangue possono causare le seguenti condizioni:

  • disfunzione ovarica;
  • annessite;
  • pubertà;
  • la gravidanza;
  • ovaie policistiche;
  • fattore di stress;
  • disordini metabolici, obesità;
  • aborti, aborti;
  • processi tumorali del tratto genitale femminile (fibromi uterini, coroionepithelioma);
  • periodo della menopausa.

Una malattia come la mastopatia fibrocistica può provocare lo sviluppo di papillomi all'interno del seno. Quando i condotti del latte mastodontico nodulare o diffuso si dilatano, ciò contribuisce alla crescita delle escrescenze papillari. Spesso la malattia si sviluppa a causa della predisposizione genetica.

Quindi, quando rileva il cistoadenopapilloma, nella maggior parte dei casi risulta che i parenti immediati del paziente soffrono di tumori benigni o maligni del seno.

A rischio per lo sviluppo di papilloma intraduttale sono le donne che non partoriscono o che fumano. Molto meno colpite sono le donne che hanno bambini e li allattano, così come quelli che usano la contraccezione ormonale.

classificazione

A seconda del luogo di localizzazione e delle caratteristiche, gli esperti distinguono i seguenti tipi di papillomi:

  1. Il cistoadenoma papillare del seno può comparire su qualsiasi parte del sistema duttale. Secondo il luogo di localizzazione, gli esperti distinguono papillomi centrali, periferici e atipici.
  2. Intraduttale. Tali papillomi possono essere singoli o multipli e raggiungere una dimensione di 2 cm. I papillomi singoli sono piuttosto grandi e localizzati nell'area del capezzolo, mentre quelli multipli si trovano sulla periferia della ghiandola mammaria.
  3. Papillomi multipli. Sono proprio i cistoadenomi intraduttali multipli che sono più spesso maligni e servono come stimolo allo sviluppo del cancro al seno papillare.

Sintomi della malattia - foto

Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia è molto difficile determinare visivamente la presenza di papillomi intraduttali nella ghiandola mammaria. I piccoli papillomi possono essere asintomatici per lungo tempo nei dotti, non mostrandosi affatto, ma in seguito, sotto l'influenza di fattori provocatori, il tumore aumenta di dimensioni e la donna nota i seguenti segni:

  • La comparsa di secrezione patologica dai capezzoli, che può essere scarsa, moderata o abbondante. Gli scarichi sono chiari, biancastri o sanguinolenti. In alcuni casi, acquisiscono un colore marrone o verdastro, a volte è presente il pus nel fluido di scarico, che indica lo sviluppo del processo infiammatorio.
  • Quando si verifica un danno del papilloma, si sviluppa spesso una reazione infiammatoria acuta, accompagnata da febbre, debolezza e generale deterioramento del benessere. La pelle sopra la lesione si gonfia, si arrossa, sotto di essa si può sentire un sigillo doloroso.
  • È impossibile sondare piccoli papillomi, ma quando una singola neoplasia appare nel condotto principale, può essere avvertita dalla palpazione nell'area dell'areola. Una donna può rilevare in modo indipendente un nodo rotondo elastico, che risponde al dolore con la pressione. Se un tale nodulo viene schiacciato, dal capezzolo appare una scarica sero-cruenta e la formazione si riduce di dimensioni. Nel processo infiammatorio secondario, il nodo diventa denso e i tessuti localizzati attorno a esso si gonfiano, dal capezzolo può apparire una secrezione purulenta.

Per la tempestiva individuazione di neoplasie patologiche nella ghiandola mammaria, gli esperti raccomandano che le donne siano sempre sottoposte a esami preventivi presso lo specialista del seno almeno una volta all'anno. Se si sospetta lo sviluppo del processo patologico nel seno, è possibile fare conoscenza con le foto dei papillomi del seno, che vengono presentate sui siti Internet, e confrontare i sintomi. In presenza di secrezione del capezzolo e rilevazione di noduli nel torace con palpazione, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame diagnostico.

Diagnosi di papilloma del seno

I sintomi del cistoadenoma papillare (secrezione dal capezzolo, aspetto dei noduli) possono essere identici alle manifestazioni di altre malattie infiammatorie del seno (ad esempio, mastopatia). Al fine di effettuare una diagnosi corretta, il medico deve eseguire non solo un'ispezione visiva e una palpazione, ma anche inviare il paziente per un esame con l'aiuto di metodi hardware di alta precisione. I seguenti studi aiutano a rilevare i papillomi intraduttali:

  • Ultrasuoni (ultrasuoni) delle ghiandole mammarie. Consente di rilevare la presenza di tumori, la cui dimensione raggiunge i 5 mm. Il papilloma sullo schermo del monitor è visualizzato come una formazione piena di contenuti spessi. La superficie del papilloma è irregolare, con numerose escrescenze. Molto spesso, tali formazioni si trovano in condotti di latte dilatati. Il vantaggio del metodo a ultrasuoni è che consente di esaminare la struttura interna di qualsiasi crescita e di distinguere una cisti con contenuto liquido da un nodo di papilloma denso. Inoltre, durante l'esame, è possibile scoprire lo stato dei linfonodi che circondano la ghiandola mammaria.
  • Mammografia. Questo è un metodo diagnostico a raggi X. Così come l'ecografia aiuta a identificare le patologie tumorali delle ghiandole mammarie. Ma il metodo è piuttosto doloroso, perché comporta la compressione del seno durante le riprese. Inoltre, nelle giovani donne con seno stretto, un sondaggio può dare risultati errati. Pertanto, la mammografia viene più spesso prescritta ai pazienti dopo 40 anni.
  • La risonanza magnetica (RM) è il metodo più sicuro e indolore per rilevare i papillomi nei dotti e valutare la forma e le dimensioni dei tumori.
  • Ductography (condotti radiografici di contrasto). Il metodo più affidabile, che, a differenza degli ultrasuoni e della mammografia, non solo determina la presenza di crescita, ma consente anche di ispezionare il condotto del latte dall'interno e valutarne le condizioni. Durante la procedura, una sostanza radiopaca viene iniettata nel condotto principale, la cui uscita si trova sul capezzolo, con l'aiuto di un catetere e vengono prese le immagini. La radiografia ottenuta consente di vedere i dotti in dettaglio, per determinare l'esatta posizione del tumore e il grado della sua oncogenicità. La procedura è considerata obbligatoria se il paziente trova scarico dal capezzolo.

Inoltre utilizzato metodi diagnostici di laboratorio. Viene prelevato un esame del sangue dal paziente per rilevare i marcatori tumorali del cancro al seno e l'esame citologico dello striscio viene eseguito durante la secrezione del capezzolo.

Trattamento del papilloma al seno

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria è considerato una condizione precancerosa, pertanto gli esperti insistono sulle tattiche del trattamento chirurgico. Ma se in base ai risultati di un accurato esame diagnostico è confermato che il papilloma è benigno, è possibile utilizzare metodi di trattamento conservativi.

Trattamento conservativo

La terapia combinata consiste nel prendere agenti antivirali e immunomodulatori che rafforzano le difese del corpo. Poiché il motivo principale per la comparsa di papillomi è considerato uno squilibrio ormonale, il medico deve selezionare i farmaci del paziente che normalizzano gli ormoni. Inoltre, nel regime di trattamento includono preparati omeopatici, sono prescritti complessi multivitaminici. Se compaiono sintomi di infiammazione, si consiglia di assumere agenti antibatterici per neutralizzare la fonte dell'infezione.

I papillomi intraduttali non scompaiono mai da soli, anche un trattamento completo accuratamente selezionato non può contribuire alla loro eliminazione. Inoltre, tali tumori sono soggetti a infiammazione e cambiamenti atipici indesiderati. Pertanto, gli esperti ritengono che l'unico metodo di trattamento radicale sia la chirurgia e insistono sulla rimozione dei papillomi.

Intervento operativo

L'operazione per rimuovere il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria viene eseguita mediante anestesia generale o anestesia locale. Se un singolo papilloma viene diagnosticato nel condotto principale e si trova vicino al capezzolo, viene eseguita una resezione settoriale. In altre parole, viene tagliato un piccolo pezzo di tessuto ghiandolare, nei cui dotti si trova il tumore.

Per fare ciò, viene eseguita un'incisione nella regione areolare, viene effettuata la resezione, e quindi i condotti nelle vicinanze vengono ispezionati per la presenza di tumori e viene esaminata la loro condizione. L'incisione per rimuovere il tessuto anormale è piccola, che inoltre non influisce sulla forma e sulle dimensioni del seno. Pertanto, le donne non possono preoccuparsi, dopo l'operazione non dovranno ricorrere alla chirurgia plastica per ripristinare il seno.

Nella fase finale, il chirurgo impone una cucitura estetica pulita, che consente di ottenere il massimo effetto estetico. Di conseguenza, dopo la guarigione, non rimangono cicatrici e la sutura diventa quasi impercettibile.

Il periodo di recupero dura una settimana media, dopo che è finito, i punti vengono rimossi e il paziente viene inviato a casa. Se il tumore si trova direttamente sul capezzolo, utilizzare metodi di rimozione più moderni e delicati. A questo scopo, l'uso di laser terapia o coagulazione. Dopo la rimozione di tale papilloma, il periodo di recupero è molto breve e la donna potrebbe presto tornare al ritmo abituale della vita.

Dopo l'escissione del tumore, viene inviato per esame istologico per escludere la presenza di cellule tumorali. Se il sospetto dello sviluppo di un processo oncologico è confermato, quindi dopo l'intervento, al paziente viene prescritto un ciclo di radioterapia e chemioterapia.

Nei casi più gravi, quando viene rilevato un cancro papillare intraduttale, viene eseguita una mastectomia, cioè la ghiandola mammaria viene completamente rimossa.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, il paziente viene suturato più volte al giorno con soluzioni antisettiche e monitora le condizioni della ferita. Se ci sono sintomi allarmanti, che indicano l'infezione e lo sviluppo del processo infiammatorio (secrezione dalla ferita, arrossamento e gonfiore della pelle, febbre), prescrivere il trattamento con farmaci antibatterici e condurre ulteriori misure terapeutiche prescritte da un medico.

L'intervento chirurgico, purtroppo, non esclude la possibilità di ricorrenza e ri-formazione di papillomi all'interno dei dotti. Per evitare lo sviluppo di tumori in futuro, è necessario ripristinare l'equilibrio ormonale nel corpo di una donna. Per fare questo, il paziente deve sottoporsi a un ciclo di terapia anti-ricaduta.

Dopo l'intervento chirurgico, una donna dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico e assumere farmaci progettati per correggere lo squilibrio ormonale. Inoltre, il medico può includere agenti antivirali nel regime di trattamento per prevenire lo sviluppo di nuove formazioni. La rimozione del papilloma intraduttale nella fase iniziale contribuirà ad evitare il ripetersi della malattia e ulteriori complicazioni. Dopo l'intervento chirurgico e la resezione settoriale, la gravidanza procede senza patologie, dopo la nascita una donna può allattare.

Molte donne hanno paura di un intervento chirurgico al seno. Ma queste sono paure infondate, perché l'operazione è semplice, dura solo circa 30 minuti ed è caratterizzata da un periodo di recupero veloce. Dopo l'intervento di difetti estetici non lo faranno. La forma e le dimensioni del seno rimarranno le stesse e il punto cosmetico dopo la guarigione diventerà completamente invisibile, come confermato dalle recensioni sul trattamento del papilloma mammario.

prevenzione

Per prevenire i papillomi della ghiandola mammaria, si raccomanda alle donne di sottoporsi a un esame regolare da parte di un mammologo (almeno una volta all'anno). Inoltre, una donna dovrebbe essere mensile, una settimana dopo la fine delle mestruazioni, condurre l'autoesame (palpazione) del seno. Se trovi sigilli e noduli sospetti, devi consultare immediatamente un medico per condurre un esame completo. Ulteriori misure preventive per prevenire lo sviluppo della malattia includono:

  • Individuazione tempestiva e trattamento delle malattie ginecologiche;
  • Eliminazione dei disturbi nel sistema urogenitale;
  • Visite regolari al ginecologo (1 volta in mezzo anno);
  • Rifiuto di cattive abitudini (fumo, alcol).

La probabilità di sviluppare tumori riduce l'uso di contraccettivi ormonali, quindi chiedi al tuo ginecologo di trovare il farmaco giusto. I medici raccomandano di non rifiutare l'allattamento al seno, dal momento che l'incidenza di papilloma e altri processi neoplastici è significativamente ridotta nelle donne che hanno partorito un bambino e lo hanno allattato al seno.

Dopo 35 anni, gli esperti consigliano di sottoporsi regolarmente a mammografia e monitorare i livelli ormonali. Per fare questo, si dovrebbe fare un esame del sangue per gli ormoni, identificare possibili disturbi ed eliminarli con l'aiuto di farmaci selezionati dal medico.

Recensioni di trattamento

Rivedere №1

Tre mesi fa, ho trovato uno scarico giallastro dal capezzolo e ho sentito un piccolo sigillo nel petto. Andò immediatamente alla reception dal mammologo. Abbiamo condotto un sondaggio (mammografia) e si è scoperto che ho un papilloma intraduttale della mammella. Per non dire a parole quello che sentivo, si potrebbe dire, stava dicendo addio alla vita. Dopo tutto, tali papillomi sono una condizione precancerosa, devono essere immediatamente rimossi.

Aveva molta paura dell'operazione, ma cadde nelle mani sicure di un chirurgo esperto. Tutte le manipolazioni sono state fatte in anestesia locale, non c'era dolore, ma dopo, già nel reparto, quando l'anestesia ha cominciato a ritirarsi, c'erano forti sensazioni dolorose. Rimossi i loro antidolorifici. Dopo aver esaminato il tumore rimosso, si è scoperto che era benigno. Quindi, esorto tutti a non aver paura dell'operazione, non è stato così spaventoso.

Rivedi il numero 2

L'anno scorso, ha rimosso i papillomi nella ghiandola mammaria. Prima dell'intervento, ha superato i test necessari e ha fatto una duttografia, che ha confermato che c'era un tumore al seno. Il chirurgo ha detto che deve essere rimosso, altrimenti potrebbe trasformarsi in cancro.

Ha anche chiarito se ho intenzione di allattare al seno in futuro, si è scoperto che questo è importante. Non partirò più, quindi il dottore ha detto che i dotti possono essere rimossi "con una riserva" per escludere la possibilità di una ricaduta. L'operazione ha richiesto solo 20 minuti, è andato tutto bene. Sono stato dimesso il giorno successivo. La sutura è guarita per circa una settimana. E ora è completamente invisibile e la forma del seno non ha sofferto affatto.

Papilloma intraductal della ghiandola mammaria, i suoi tipi, diagnosi e trattamento

Lo scarico dal capezzolo e il dolore al petto non sono necessariamente segni di cancro. Sintomi simili sono caratteristici di malattie associate a tumori benigni nel tessuto mammario. Tra questi - papilloma intraductal. A causa delle sue caratteristiche, è diagnosticato nella fase in cui può essere trattato o rimosso, preservando il torace. Avendo notato eventuali cambiamenti esterni o sensazioni insolite nelle ghiandole mammarie, la donna dovrebbe essere esaminata per determinare la natura della malattia. Per la diagnosi precoce, gli esami preventivi sono di grande importanza.

Che cos'è una malattia

I papillomi intraduttali sono escrescenze benigne nei dotti lattosi della ghiandola. Sembrano crescite sulla superficie interna dei condotti e sono costituiti da cavità cistiche piene di liquido. Questa malattia è una forma di mastopatia nodulare. Formata in luoghi di espansione dei dotti lattei, che compaiono con mastopatia. I papillomi possono comparire sia in un seno, sia in entrambi.

Video: cos'è il papilloma duttale del seno, i fattori di rischio e il trattamento della malattia

Cause della malattia

La causa principale dei papillomi intraduttali della ghiandola mammaria sono i disturbi ormonali nel corpo. La malattia si verifica nelle ragazze che hanno raggiunto solo la pubertà e nelle donne durante la menopausa. La malattia può essere ereditaria. Più comune nelle donne nullipare della pubertà. Dopo 40 anni, le donne di qualsiasi categoria hanno maggiori probabilità di apparire.

I fattori che contribuiscono alla comparsa di squilibrio ormonale provocano la comparsa di papillomi:

  • malattie infiammatorie delle ovaie e appendici uterine;
  • malattie della ghiandola endocrina;
  • aborto;
  • rifiuto dell'allattamento al seno;
  • l'obesità;
  • trattamento con farmaci ormonali o uso improprio di contraccettivi ormonali;
  • il fumo;
  • lo stress.

Sintomi e segni della malattia

Uno dei sintomi caratteristici della malattia è l'aspetto della secrezione dei capezzoli, la cui intensità aumenta con la spremitura del seno. Le luci trasparenti possono essere incolori o avere sfumature diverse. La scarica rossastra si verifica a causa della violazione della struttura dei vasi sanguigni nell'area del tumore. Se l'infiammazione appare nell'area del papilloma, il colore dello scarico diventa giallo o verdastro. Un altro sintomo è il dolore mentre si tocca la ghiandola o la spremitura.

Il papilloma intraductale assomiglia a una verruca morbida sulla gamba. La sua torsione provoca danni, infiltrazioni di sangue nei condotti e necrosi dei tessuti. Le dimensioni dei papillomi variano da 2 mm a 2 cm. A volte si possono avvertire grandi papillomi. C'è un leggero allargamento del seno a causa dell'edema che si verifica durante l'infiammazione dei tessuti nell'area del papilloma.

Classificazione dei papillomi intraduttali

La struttura distingue i tumori papillari solitari (singoli), di solito localizzati più vicini ai capezzoli, e multipli, localizzati più spesso nella regione periferica della ghiandola. Tali formazioni sono spesso rinate, diventano maligne.

Le cellule atipiche aventi una struttura, dimensioni e forma insolite si possono trovare nei papillomi. La presenza di tali cellule aumenta la probabilità di degenerazione del tumore.

Video: tipi di papillomi intraduttali, metodi diagnostici

Diagnosi della malattia

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria può essere rilevato a volte anche con l'esame esterno e la palpazione. Per una diagnosi accurata della malattia viene effettuato un esame mammografico.

Metodi diagnostici di laboratorio

Esame citologico I segni esterni della malattia sono simili ai sintomi del cancro, quindi, per determinare la natura della neoplasia, viene necessariamente effettuato uno studio del fluido rilasciato dal capezzolo. A tal fine, viene effettuato uno striscio per rilevare le cellule atipiche.

Esame del sangue per i marcatori tumorali. Viene eseguito un esame del sangue per rilevare i marcatori tumorali per il cancro al seno.

La biopsia della zona interessata, esame istologico del suo tessuto viene effettuata per chiarire la natura dei tumori nei dotti.

Metodi diagnostici strumentali

Mammografia - radiografia delle ghiandole mammarie, in grado di rilevare il sito della lesione, le sue dimensioni e la localizzazione.

La duttografia differisce dalla mammografia in quanto utilizza un agente di contrasto che riempie i dotti lattosi. Ciò consente di stabilire con maggiore precisione la dimensione del papilloma, il suo tipo, la posizione rispetto ai tessuti adiacenti. È particolarmente importante sapere se è pianificata un'operazione per rimuoverla. Prima di eseguire tale esame, è vietato massaggiare il torace, esprimere il fluido secreto, spremere la ghiandola, poiché i papillomi possono facilmente ferirsi, l'immagine risultante potrebbe essere imprecisa.

Ultrasuoni e risonanza magnetica aiutano a determinare la natura del tumore, per distinguere il papilloma dal cancro al seno.

Video: metodi di diagnosi delle malattie delle ghiandole mammarie

Trattamento della malattia

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria viene trattato in due modi: conservativo e chirurgico. Il metodo chirurgico viene utilizzato più spesso, poiché vi è un'alta probabilità di degenerazione maligna della neoplasia. Il metodo conservativo è usato se il papilloma è di piccole dimensioni, è solitario, la donna non ha una predisposizione al cancro.

Trattamento conservativo

Durante e dopo il trattamento, lo stato del papilloma viene continuamente monitorato per prevenire la sua crescita e degenerazione. Se il trattamento non aiuta, vi è un aumento dell'istruzione, appare l'infiammazione, la natura della scarica dalle variazioni del capezzolo, questo diventa un'indicazione per la chirurgia.

Il trattamento conservativo viene effettuato utilizzando immunomodulatori (sostanze che regolano il sistema immunitario del corpo), antiossidanti, vitamine, farmaci antitumorali e antivirali.

Trattamento chirurgico

L'operazione per rimuovere una neoplasia viene eseguita in anestesia endovenosa. Viene effettuato principalmente con due metodi per evitare la rimozione del seno.

Resezione settoriale. Il metodo è usato per rimuovere il papilloma periferico del seno. Attraverso una piccola incisione, il settore della ghiandola interessata viene rimosso. Allo stesso tempo è possibile mantenere la forma e le dimensioni del seno, così come il capezzolo.

La mammoplastica ti consente di realizzare cuciture precise, senza cicatrici.

La mastectomia viene utilizzata nella rilevazione di cellule atipiche e tumorali. Rimozione della zona interessata e dei tessuti circostanti. L'intera ghiandola mammaria non viene rimossa.

Dopo l'intervento chirurgico, una donna deve essere monitorata da uno specialista del seno per prevenire la recidiva. È prescritto un trattamento conservativo di supporto.

Nota: il papilloma intra-duttale della ghiandola mammaria, così come altre malattie del seno femminile, può essere rilevato mediante autodiagnosi e controlli regolari presso lo specialista della mammella. Un ruolo importante nella prevenzione della malattia è svolto dal trattamento tempestivo delle malattie endocrine e ginecologiche.

Papilloma intraduttale della ghiandola mammaria

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria è un tumore papillare intraduttale che si sviluppa nel dotto lattiginoso. La presenza di papilloma intraduttale è accompagnata da abbondante scarico dal capezzolo di colore lattiginoso, giallastro-verdastro o brunastro. La diagnosi di papilloma intraduttale della ghiandola mammaria comprende la duttografia, la mammografia, l'ecografia e l'esame citologico delle secrezioni. Trattamento del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria - operativo, include la resezione settoriale della ghiandola mammaria.

Papilloma intraduttale della ghiandola mammaria

I papillomi intraduttali (cistoadenoma papillare, cistoadenopapilloma) sono escrescenze papillari benigne derivanti dall'epitelio dei dotti della ghiandola mammaria. Possono svilupparsi a qualsiasi età, dalla pubertà alla postmenopausa. La frequenza di rilevazione di cistoadenopapillus in mammografia è di circa il 10% nel numero totale di malattie simili al tumore del seno.

Macroscopicamente, il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria assomiglia a una massa cistica con escrescenze dei capezzoli. I papillomi sono facilmente feriti e il fluido sanguinante rilasciato durante questo processo entra nei dotti escretori e viene espulso dal capezzolo. Emorragie e necrosi sono possibili nella zona del tumore; più papillomi intraduttali della ghiandola mammaria sono spesso maligni.

Classificazione dei papillomi intraduttali al seno

Il cistoadenoma papillare della ghiandola mammaria può svilupparsi in qualsiasi parte del sistema duttale - dal capezzolo alle unità strutturali del dotto-lobulare terminale. In base alla localizzazione, si distinguono i papillomi centrali, situati nell'area dell'areola e periferici.

I papillomi intraduttali possono essere singoli (solitari) e multipli; le loro dimensioni variano da pochi millimetri a 1-2 cm di diametro. I tumori papillari solitari sono più spesso localizzati nella regione subareolare; multiplo - più vicino alla periferia della ghiandola.

Il papilloma intraduttale multiplo della ghiandola mammaria è caratterizzato da un'alta possibilità potenziale di malignità. Di regola da loro deriva il cancro al seno papillare intratoristico o intraduttale.

Cause del papilloma intraduttale della mammella

Il fattore determinante che porta allo sviluppo di papillomi intraduttali è lo squilibrio ormonale. Lo sviluppo del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria può essere innescato da qualsiasi cambiamento nell'omeostasi ormonale: disfunzione ovarica, ooforite, annessite, aborti, obesità, stress, ecc. Le donne a rischio di sviluppare papilloma intraduttale della ghiandola mammaria sono fumatori, non fumatori. In misura minore lo sviluppo di tumori al seno è suscettibile ai pazienti con bambini che sono allattati al seno, utilizzando la contraccezione ormonale.

Di regola, il cistoadenoma papillare si sviluppa sullo sfondo della mastopatia fibrocistica (nodulare o diffusa) esistente. Come risultato della mastopatia, si verifica un'espansione locale dei dotti della ghiandola mammaria, in cui si verificano escrescenze papillari. Nei pazienti con papilloma intraduttale della ghiandola mammaria, viene spesso rintracciata una storia familiare di lesioni tumorali delle ghiandole mammarie di natura maligna o benigna.

Sintomi di papilloma intraduttale della mammella

I primi segni clinici di papilloma intraduttale della ghiandola mammaria comprendono l'aspetto di una scarica pesante dal capezzolo di diversa natura. Lo scarico può essere chiaro, biancastro, verdastro, marrone o sanguinante.

Il papilloma può essere sentito quando si trova nel condotto principale. In questo caso, la palpazione nell'area dell'areola ha sentito un nodo arrotondato di consistenza elastica, leggermente doloroso quando premuto. Spremere il nodulo è accompagnato dal rilascio di gocce sanguinolente dal capezzolo e da una diminuzione del tumore. Con lo sviluppo dell'infiammazione secondaria, il nodo tumorale diventa più denso, si sviluppa gonfiore dei tessuti circostanti.

Diagnosi del papilloma intraduttale della mammella

Il riconoscimento del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria si basa su dati citologici radiografici clinici. Un mammologo esperto può sospettare la presenza di cistoadenoma papillare già durante la palpazione delle ghiandole mammarie. L'esame citologico del capezzolo dello striscio della ghiandola mammaria è una fase obbligatoria della diagnosi. Se viene rivelato nell'analisi della atipia cellulare, viene mostrato un esame più approfondito e la consultazione di un oncologo del seno. Per escludere l'oncopatologia, viene eseguito uno studio sul marcatore tumorale del carcinoma mammario CA 15 - 3.

Tra i metodi di verifica strumentale per il papilloma intraduttale, vengono utilizzati duttografia, ecografia mammaria, mammografia e RM. Con l'aiuto della duttografia (galattografia) - esame radiopaco dei dotti, il papilloma è definito come un difetto nel riempimento del condotto. La duttografia fornisce un'idea precisa della localizzazione e della dimensione delle escrescenze papillari, che è estremamente importante nella pianificazione del trattamento chirurgico. Prima di eseguire la ductography, è severamente vietato massaggiare e schiacciare il seno, per esprimere il latte.

La conduzione di ultrasuoni, mammografia e risonanza magnetica della ghiandola mammaria non consente di esaminare i dotti lattosi, ma aiuta a differenziare il papilloma intraduttale dal cancro al seno. Anche nel processo di diagnosi è necessario escludere la galattorrea che si verifica durante il prolattinoma.

Trattamento e prevenzione del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria

Dal momento che il papilloma intraduttale si riferisce a lesioni precancerose della ghiandola mammaria, solo le tattiche chirurgiche sono mostrate in relazione ad esso. In caso di cistoadenoma papillare, viene eseguita una resezione settoriale della ghiandola mammaria durante la quale vengono rimossi i tessuti con condotti alterati. Di solito, l'operazione viene eseguita attraverso un'incisione periareolare, che inoltre non influenza la dimensione e la forma del seno ed elimina la necessità di mammoplastica. Se viene rilevato un cancro papillare intraduttale, viene indicata mastectomia radicale.

Per prevenire lo sviluppo di papilloma intraduttale della ghiandola mammaria consente un regolare esame mammografico, un trattamento tempestivo delle mastiti, disturbi infiammatori e disormoni del tratto genitale femminile. Per la diagnosi precoce dei cambiamenti del tumore, si raccomanda un auto-monitoraggio sistematico, compreso l'esame della palpazione delle ghiandole mammarie.

Papilloma intraductal della ghiandola mammaria - che cosa è e come trattarlo

La presenza di mastopatia diffusa può essere la base per l'emergere nel seno di un papilloma intraduttale, un tumore benigno di cistoadenopapilloma, che si trova all'interno del dotto ed è un fattore di rischio per la formazione di una neoplasia maligna del seno.

Papilloma intraduttale della ghiandola mammaria - che cos'è

Anatomicamente, la ghiandola mammaria è costituita dai lobuli da latte in cui viene prodotto il segreto e dai dotti che trasportano il latte al capezzolo. Piccole formazioni papillari che compaiono negli spazi intraducali della ghiandola mammaria nelle vicinanze del capezzolo o in qualsiasi parte dei dotti lattei appartengono a crescite benigne delle cellule intraduct epiteliali. La patologia è relativamente rara (non più del 10% di tutti i tipi di mastopatia), il sintomo principale è la secrezione dal capezzolo e il trattamento prevede un intervento chirurgico. È importante identificare una neoplasia singola o multipla in tempo per prevenire lo sviluppo del cancro al seno.

Cause del papilloma intraduttale

Cistoadenopapilloma è una malattia disormonale che si verifica sullo sfondo di squilibrio endocrino. I fattori provocanti includono:

  • lungo corso di mastopatia diffusa senza trattamento;
  • infertilità o non-fertilità;
  • frequente interruzione di gravidanze indesiderate;
  • la presenza di malattie ginecologiche (leiomioma uterino, endometriosi, tumori ovarici);
  • patologia endocrina generale (sindrome metabolica, obesità, patologie tiroidee, tumori che producono ormoni);
  • gravidanza (i cambiamenti ormonali stimolano i cambiamenti intraduttali);
  • malattie infiammatorie croniche nelle appendici;
  • il fumo;
  • situazioni croniche stressanti;
  • ridotta difesa immunitaria.

Qualsiasi condizione e malattia che porti a disturbi endocrini e condizioni di crescita tumorale può essere la ragione per la formazione di papillomi intraduttali singoli e multipli.

Sintomi e diagnosi della malattia del seno

Ogni donna dovrebbe monitorare attentamente le condizioni del seno, valutando mensilmente le ghiandole mammarie mediante l'autoesame. L'indicazione per uno specialista è la rilevazione di una formazione nodale di qualsiasi dimensione o scarica spontanea dai capezzoli, che può essere del seguente tipo:

Indipendentemente dalla natura della scarica dai capezzoli, è necessario eseguire i seguenti studi diagnostici:

  • esame microscopico delle secrezioni prelevate all'esame di un mammologo (citologia);
  • ecografia (ecografia mammaria);
  • mammografia;
  • cromoduografia (studio di contrasto a raggi X che aiuta a visualizzare i passaggi lattosi e identificare l'espansione o il flusso aperto del condotto, come veri segni della malattia);
  • esame del sangue per marker tumorali (CA-15-3);
  • Risonanza magnetica (al minimo sospetto di un tumore maligno);
  • biopsia del neoplasma (per escludere il cancro al seno e confermare il processo benigno).

Più veloce e più facile da identificare la posizione centrale del tumore (nelle immediate vicinanze del capezzolo). È più difficile nel cistoadenopapilloma periferico, quando le crescite si verificano nelle profondità della ghiandola mammaria. Il medico-mammologo dopo un esame completo e completo diagnosticherà (codice ICD-10 - D24) e prescriverà la terapia.

Ciao Quali segni ecografici indicano il papilloma intradermico nel torace? Alena, 39 anni.

Ciao, Alain. Con un esame ecografico, il medico vedrà una piccola neoplasia cistica con confini irregolari. È necessario stimare la dimensione e la posizione nel torace. Un fattore importante è la condizione dei linfonodi nella regione ascellare. Integrare ottimamente lo studio con tecniche diagnostiche più informative (mammografia, duttografia).

Papilloma intraduttale della ghiandola mammaria e metodi per il suo trattamento

Il papilloma intra-duttale della ghiandola mammaria è una neoplasia benigna localizzata in qualsiasi parte del dotto della ghiandola mammaria (periferica, alveolare, centrale). La formazione di tumori papillari (cistoadenoma) nelle donne si verifica a causa della proliferazione dell'epitelio. Di grande importanza è la rilevazione tempestiva di papilloma nel dotto della ghiandola mammaria e la sua rimozione, dal momento che è possibile degenerazione maligna dell'educazione. Per saperne di più sui sintomi, la diagnosi, il trattamento e la prevenzione della papilomatosi del seno, continua a leggere.

cause di

La comparsa di neoplasie intraduttali singole o multiple è una conseguenza dell'infezione da papillomavirus umano. Di norma, non provoca lo sviluppo di malattie gravi in ​​condizioni di buona immunità. Il papilloma duttale nelle donne si verifica sullo sfondo di cambiamenti ormonali che si verificano nell'organismo a causa di condizioni naturali (pubertà, gravidanza) oa causa di farmaci, stile di vita improprio. Fattori di rischio in cui si possono formare escrescenze:

  • Periodo di gravidanza e gomito;
  • aborto;
  • Intervento chirurgico;
  • Maturazione sessuale;
  • Cisti multiple nelle ovaie;
  • aborto spontaneo;
  • Periodo climaterico;
  • Processi infiammatori nell'utero;
  • l'obesità;
  • Prendendo pillole anticoncezionali;
  • Mastopatia nodale e natura diffusa;
  • Fumo, alcol;
  • Condizioni di stress;
  • Eredità.

Le formazioni patologiche nelle ghiandole mammarie non sono associate con l'età, possono essere rilevate sia nelle ragazze, sia nelle donne in età avanzata. Spesso sono casi di diagnosi di papillomi in pazienti con infertilità, disturbi endocrini, infiammazioni del sistema urogenitale. Dopo l'allattamento al seno, così come in assenza di cattive abitudini, si riduce il rischio di patologia.

sintomi

La localizzazione dell'educazione si trova sul petto da un lato. Il segno principale della presenza di papilloma nel condotto è la dimissione. Quando premuto sul capezzolo esce un liquido che ha una consistenza densa o liquida, essere trasparente o di colore giallastro con sangue. Il sanguinoso segreto viene rilasciato a causa del fatto che le navi che circondano il tessuto del papilloma nella ghiandola mammaria vengono ferite durante la palpazione. Non c'è grave emorragia da cistoadenoma. Lo scarico di pus con grumi di liquido indica infezione.

Se il papilloma si forma nei condotti nell'area dell'areola del capezzolo, quando si esaminano le dita di quest'area, la donna può sentire un piccolo nodo. All'inizio del processo infiammatorio, si verificano i seguenti sintomi di papilloma intraduttale della mammella:

  • tenerezza al seno, indurimento;
  • cambiamento nel tipo di ghiandole mammarie - la comparsa di edema, arrossamento;
  • aumento della temperatura;
  • debolezza.

Per evitare sensazioni sgradevoli e altri effetti negativi delle escrescenze nel seno, è necessario conoscere il sintomo più importante dei papillomi e delle loro varietà. Guarda un video online che elenca i principali segni clinici dei tumori e fornisce importanti informazioni sul possibile esito della malattia.

diagnostica

La diagnosi di papilloma intraduttale della ghiandola mammaria inizia con un esame da parte di un medico: una valutazione esterna delle ghiandole mammarie e un esame digitale, in cui uno specialista rileva un nodulo di piccolo diametro. Uno studio esclusivamente esterno da parte di un mammologo non consente di effettuare una diagnosi, pertanto vengono effettuate ulteriori procedure diagnostiche per chiarirlo. È richiesto un esame del sangue per rilevare i marcatori tumorali. Vengono utilizzati vari metodi di diagnostica del seno:

  1. Ultrasuono del seno. La ricerca visiva aiuta ad esaminare le zone del tessuto profondo del seno e rilevare i papillomi, la cui forma caratteristica consente loro di differenziarsi da altri tumori.
  2. MR. Imaging a risonanza magnetica - uno dei modi più sicuri per valutare il tipo e la dimensione dei processi.
  3. Mammografia. L'esame radiologico è assegnato alle donne dopo i quarant'anni, poiché le ghiandole mammarie non hanno una densità così alta.
  4. Ductography. Lo studio prevede l'introduzione nei condotti di un agente di contrasto. L'evento diagnostico ha il più alto contenuto informativo, rivela le interruzioni del condotto, il restringimento, l'espansione.
  5. Esame citologico delle secrezioni L'analisi della citologia consente di rilevare i cambiamenti nel livello dei globuli rossi, che indica la presenza di neoplasie intraduttali.
  6. Istologia. L'esame istologico dei tessuti può rivelare danno tissutale oncologico, necrosi e altre patologie.

trattamento

Il trattamento del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria in quasi il 100% dei casi comporta la rimozione di una neoplasia attraverso l'intervento chirurgico. Le crescite indipendenti avvengono in singoli episodi e questo non è spiegato da una terapia medica o da qualsiasi altra terapia. Pertanto, il trattamento senza intervento chirurgico non viene effettuato in vista della sua inefficacia. Quando viene diagnosticato un papilloma intraduttale (codice secondo MKB 10-24), la donna riceve un intervento dal chirurgo. Se la dimensione del papilloma è di qualche millimetro, non c'è infiammazione, l'operazione non deve essere immediata.

I papillomi intraduttali identificati durante la gravidanza vengono rimossi dopo la nascita del bambino. Nel caso di un'alta probabilità di sviluppare il cancro, è consigliabile trattare i papillomi durante la gestazione. Insieme alla chirurgia, viene prescritto un trattamento conservativo.

Operazione di rimozione del neoplasma

L'operazione per rimuovere il papilloma intraduttale è l'escissione chirurgica della escrescenza. Durante la procedura, la resezione settoriale viene eseguita in anestesia locale o generale, cioè lo specialista esegue un'incisione lungo il cerchio dell'areola. Ciò consente l'accesso ai dotti, che si trovano nelle ghiandole mammarie. L'operazione per il papilloma intraduttale comporta la rimozione di tumori papillari e coaguli di sangue che sono causati da lesioni tissutali e si trovano accanto a loro.

Possibile escissione del tumore epiteliale mediante apparecchiature laser o elettrocoagulative. I tessuti asportati vengono inviati per esame istologico per escludere l'oncologia. Dopo l'intervento chirurgico, può verificarsi ematoma, che si risolve entro un mese.

Quanto costa operare? Nelle cliniche, i prezzi per la chirurgia variano a seconda della qualità delle attrezzature, dell'esperienza dei medici, dei farmaci utilizzati, della complessità dell'asportazione. In media, il costo della resezione - 15.000-30000 rubli.

Sotto quale anestesia viene rimosso il papiloma intraduttale? La scelta dipende dal numero di papilom, dalla loro dimensione e dal loro grado di danno. Singole piccole formazioni vengono rimosse in anestesia locale, grande o multipla, sotto il generale.

Terapia farmacologica

Insieme alla chirurgia, viene utilizzata una terapia conservativa con l'aiuto di droghe. Include l'assunzione di vitamine, farmaci immunomodulatori ("Wobenzin"), farmaci antivirali. Alcune donne richiedono la nomina di trattamenti ormonali con farmaci come "Novinet", "Regulon", "Silhouette", appartenenti a un gruppo di anticoncezionali. Per la terapia locale può essere utilizzata una varietà di gel e unguenti, ad esempio "Progestogel".

Trattamento di rimedi popolari

Non usare il trattamento dei rimedi popolari come unico modo per far fronte alla malattia, poiché c'è un'alta probabilità che le cellule papillari si trasformino in cellule cancerose - malignità. Considerando che la causa della formazione di formazioni è un problema con il sistema immunitario, per scopi profilattici, è possibile preparare agenti che migliorano l'immunità per combattere la nuova insorgenza di papillomi. È anche consentito utilizzare ricette popolari per uso locale. Cosa preparare per la terapia con papilloma:

  • Infusione per migliorare l'immunità. Metà del limone con la pelle a strofinare, mescolare con mezzo bicchiere di vino rosso riscaldato, aggiungere il succo di mela (mezza tazza). Lascia stare. Spremere 2 spicchi d'aglio, versare l'estratto di vino, lasciare per 3 ore. Filtrate il composto per bere una volta al giorno.
  • Comprimere per alleviare l'infiammazione. 200 grammi di barbabietole, griglia, scaldare a bagnomaria, riempire con 9% di aceto (2 cucchiai grandi). Mescolare con 70 grammi di miele. Metti la miscela sul petto, avvolgi. Il corso è di 10 giorni.

Prevenzione della patologia

La principale misura preventiva per prevenire la comparsa di papillomi intraduttali è un'attenta attenzione allo stato del seno. Per questo, è necessario visitare il seno specialista almeno una volta all'anno per controllare le ghiandole mammarie, fare la palpazione in modo indipendente. È importante mantenere una dieta equilibrata, esercizio fisico, per mantenere l'immunità. E anche per controllare lo scarico - se questo sintomo è presente, si dovrebbe consultare immediatamente un medico. L'autoesame viene eseguito non prima di 7-8 giorni del ciclo e comporta una certa sequenza di azioni:

  1. Con le braccia abbassate e la postura dritta, valutare visivamente lo stato delle ghiandole mammarie.
  2. Alza le braccia, analizza la forma del seno e il suo aspetto in quella posizione.
  3. Indicare, medio, anulare in senso orario per camminare sul petto con una leggera pressione. Questa sensazione dovrebbe essere iniziata da sopra, dal quarto esterno del seno.
  4. Spremi il capezzolo con le dita per controllare se c'è una scarica.
  5. Fare una palpazione di un petto che si trova su una schiena.
  6. Stimare la dimensione e la sensibilità dei linfonodi nell'area delle ascelle.

Recensioni dei pazienti

Irina, 25 anni: "Dopo la nascita di un bambino, è stata trovata una formazione papillare nella ghiandola mammaria destra, c'era uno scarico con sangue. Ho immediatamente interrotto l'allattamento al seno con un papilloma intraduttale su consiglio di un medico, ma non ho osato la resezione per un lungo periodo. Poi ho letto le recensioni di donne che hanno avuto un intervento chirurgico sul forum e sono andato da lei. I dotti al seno non sono stati danneggiati e dopo aver recuperato fino a un anno, ho dato da mangiare al bambino con entrambi. "

Anastasia, 37 anni: "Ho fatto un'operazione per asportare papillomi alla clinica K + 31 di Mosca. Nella fase di riabilitazione, sono stati osservati dolori al petto, è apparso un ematoma, la scarica ha continuato. Il chirurgo ha detto che era normale, ha prescritto un unguento speciale. Dopo di loro è diventato molto più facile, l'edema era sparito e i punti cosmetici non si notano e non ricordano affatto la malattia. "

Diana, 32 anni: "L'anno scorso hanno diagnosticato un papilloma intraduttale dopo la gravidanza. La resezione è stata nominata quasi immediatamente. L'operazione è durata non più di 30 minuti, non ci sono stati dolori dopo. Ho chiesto al medico se fosse possibile assumere Regulon, è risultato che aiuta a ripristinare gli ormoni e agisce come misura preventiva. "

Papilloma intraduttale della ghiandola mammaria

Il papilloma intra-duttale della ghiandola mammaria è una proliferazione unilaterale dell'epitelio del dotto della ghiandola mammaria sotto forma di papille, di origine benigna. Molto spesso, il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria è localizzato vicino al capezzolo (ad una profondità di almeno cinque centimetri) e ha l'aspetto di una singola, non superiore a 2 cm, escrescenza della superficie interna del dotto duttale. Meno comunemente, si formano più papillomi nei dotti della ghiandola mammaria. Molteplici crescite epiteliali nei dotti delle ghiandole mammarie sono considerate potenzialmente pericolose a causa della possibile malignità (malignità).

Nel gruppo di processi benigni del tumore, il papilloma intraduttale non occupa i posti principali (10%). Più spesso, è registrato in 35-55 anni e può essere rilevato nelle donne senza patologia concomitante. La mancanza di parto e il fumo aumentano il rischio di papillomi intraduttali nella ghiandola mammaria.

Le idee sulle cause del papiloma nel dotto mammario sono limitate alle ipotesi. È consuetudine parlare della presenza di fattori che predispongono al suo aspetto.

Le ghiandole mammarie, indipendentemente dalle loro caratteristiche esterne in donne diverse, hanno una struttura identica. Come tutte le ghiandole, consistono principalmente di tessuto ghiandolare, che è uniformemente distribuito sotto la pelle ed è circondato da tessuto adiposo. Con i fili del tessuto connettivo denso, l'intera massa ghiandolare è divisa in strutture più piccole: i lobi. Ogni lobo (non più di 20 di loro in ciascuna ghiandola mammaria) di nuovo si ramifica e forma lobuli. I lobuli contengono piccole ghiandole (alveoli), sembrano vescicole e sono necessarie per la produzione di latte materno. Da ogni alveolo al capezzolo si estende "tubo" - condotto escretore. I dotti escretori di ciascun lobo si fondono, formando un dotto escretore comune (principale), si apre sulla superficie del capezzolo.

Secondo la posizione, i papillomi intraduttali possono essere centrali o periferici. I papillomi compaiono in qualsiasi parte del sistema duttale delle ghiandole mammarie, ma la loro localizzazione "preferita" è considerata l'area dell'areola (area iperpigmentata attorno al capezzolo), dove si trova la sezione terminale del condotto principale. I papillomas situati in una zona okolososkovy appartengono al centrale.

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria non si manifesta sempre clinicamente. Spesso viene rilevato durante un'ispezione di routine. La superficie del papilloma contiene molti vasi sanguigni, quindi in alcuni pazienti dal capezzolo (uno!) Della ghiandola mammaria si separa uno spesso segreto di sangue.

La diagnosi di papilloma intraduttale della ghiandola mammaria inizia con un attento esame e la palpazione. Con la posizione centrale del papilloma può essere sentito. La diagnosi è confermata dai raggi X e dagli ultrasuoni.

Poiché le ragioni affidabili per la comparsa di papilloma intraduttale nella ghiandola mammaria sono sconosciute, è anche impossibile prevederne le conseguenze. I casi rari disponibili della sua trasformazione maligna richiedono la rimozione profilattica obbligatoria.

La rimozione del papilloma intraduttale della ghiandola mammaria è sempre solo chirurgica.

Cause del papilloma intraduttale della mammella

Come già accennato, l'origine del papilloma intraduttale rimane sconosciuta. L'anamnesi di pazienti con questa patologia permette di determinare la presenza di determinati fattori provocatori per il suo sviluppo.

Il papilloma intraduttale della ghiandola mammaria può apparire sullo sfondo della disfunzione ormonale. Questa ipotesi è confermata da un piccolo numero di casi di diagnosi di papillomi intraduttali delle ghiandole mammarie sullo sfondo dell'uso di contraccettivi ormonali, che mantengono artificialmente l'omeostasi ormonale costante.

Qualsiasi patologia che porti all'interruzione del corretto funzionamento delle ovaie o, al contrario, derivante dalla loro scorretta funzione, aumenta il rischio di comparsa di papillomi. Questi sono:

- disfunzione mestruale prolungata;

- malattie endocrine (ipotiroidismo, diabete, patologie surrenali e simili), specialmente se accompagnate dall'obesità;

- malattie infiammatorie delle appendici (ooforite, salpingite);

- mastopatia fibrocistica (principalmente nodulare o dominata da fibrosi).

Esiste una significativa dipendenza della presenza di un paziente con una predisposizione familiare papilloma intraduttale alla formazione di patologia nella ghiandola mammaria. La loro storia familiare spesso consiste in tumori di diversa origine (e maligna) nella famiglia immediata.

Sintomi di papilloma intraduttale della mammella

È difficile parlare dei sintomi di un papilloma intraduttale, poiché non ha segni clinici specifici. I piccoli papillomi possono essere asintomatici nei dotti e manifestarsi solo con un aumento delle dimensioni.

Più spesso, i pazienti con papilloma intraduttale delle ghiandole mammarie osservano i seguenti sintomi:

- La presenza di abbondante scarica spontanea dal capezzolo (sempre uno!) Seno. L'aspetto della dimissione può variare da sieroso a sanguinoso. A volte i pazienti indicano che una scarica pesante dal capezzolo è così libera da lasciare punti sul reggiseno. La presenza di sangue in essi è considerata la qualità più affidabile di dimissione per qualsiasi papilloma intratubale della ghiandola mammaria, a causa della quale sono colorati in rosa, rosso o marrone.

- Sigilla o annoda, come una piccola "palla" elastica. Molto spesso il nodulo si trova nell'area dell'areola (se il papilloma si trova nel condotto principale) e quando si prova a percepirlo, si verifica un dolore moderato. Se durante l'esame, il medico stringe l'area del sigillo, alcune gocce di scarico sanguinante vengono rilasciate dal capezzolo e il nodulo si riduce di dimensioni.

In effetti, il papilloma intraduttale assomiglia ad una fiala con contenuto sanguinante, che appare dopo aver traumatizzato le papille del tumore facilmente danneggiate. Questo spiega la presenza di sangue nella scarica dal capezzolo. Quando il papilloma viene schiacciato, il contenuto di liquido esce all'esterno, quindi diminuisce di dimensioni.

Se un processo di infezione inizia nel dotto nella zona del papilloma, può comparire pus nella scarica.

Per la diagnosi è importante la presenza di esatte perdite di sangue dal capezzolo. Quando papilloma intraductal del seno, appare nel 92%.

- Dolore nella regione areolare interessata. A volte nell'area del papilloma si forma l'infiammazione a causa dell'adesione di un'infezione secondaria. Si sviluppa edema locale, che comprime le terminazioni nervose situate nella zona periferica e provoca dolore.

Come la maggior parte delle condizioni patologiche delle ghiandole mammarie, il papilloma intraduttale appare sullo sfondo della disfunzione ormonale. Di conseguenza, i reclami dei pazienti con tutte queste patologie possono essere identici. Ad esempio, la secrezione sierosa del capezzolo è accompagnata da mastopatia, malattie infiammatorie del seno e appare anche sullo sfondo di cambiamenti disormonali durante la menopausa. L'aspetto di un nodulo al petto implica anche un grande gruppo di disturbi di diversa natura. Ciò rende difficile la diagnosi del primario e richiede un chiarimento della diagnosi utilizzando metodi strumentali.

Quindi, alla prima visita, la presenza di un papilloma intraduttale è molto probabile se:

- ci sono abbondanti perdite spontanee dai capezzoli mescolati con sangue;

- quando si sonda l'area dell'areola, viene rilevato un nodulo piccolo, sensibile e morbido, che può diminuire o scomparire sotto pressione;

- Il paziente ha disturbi ormonali.

Durante l'ispezione, una goccia del capezzolo staccabile viene presa e posta sul vetro per un successivo esame citologico. La presenza nella ghiandola mammaria di un papilloma intraduttale è indicata dalle cellule papillari rilevate e dal sangue.

Rileva il papiloma intraductal del seno aiuto:

1. Scansione ad ultrasuoni delle ghiandole mammarie. Rileva la presenza di formazioni superficiali o profonde che non superano le dimensioni di mezzo centimetro. Il papilloma viene visualizzato dagli ultrasuoni come una formazione simile a una cisti convenzionale, piena di contenuti spessi. La superficie interna di una tale cisti è irregolare, formata da numerose escrescenze (come il cavolfiore). Spesso il papilloma intraduttale si forma nei dotti del latte dilatati, spesso sullo sfondo della formazione di piccole cisti ormonali in essi. Con l'aiuto degli ultrasuoni nell'area del papilloma, è possibile vedere il dotto espanso con contenuti liquidi. Il vantaggio del metodo diagnostico a ultrasuoni è la sua assoluta sicurezza, la capacità di "considerare" la struttura interna di ogni formazione, cioè di distinguere una cisti con un contenuto liquido da un nodo denso. Il metodo aiuta anche a determinare lo stato dei linfonodi che circondano la ghiandola mammaria.

2. Mammografia. Metodo diagnostico a raggi X. Come gli ultrasuoni, rivela varie patologie delle ghiandole mammarie, compreso il tumore.

Spesso i pazienti fanno una domanda sull'affidabilità e la fattibilità di ultrasuoni e mammografia, chiedendo quale metodo sia migliore. L'affidabilità di entrambi i metodi è alta, ma tutto dipende dalla specifica situazione clinica. A volte entrambi i metodi sono usati come complementari, e in altre situazioni ne basta uno.

3. Ductography. La mammografia e gli ultrasuoni non consentono di esaminare il dotto dall'interno e valutare la sua condizione. La "sbirciatina" all'interno del condotto consente il metodo di ductografia radiopaca. Il lume dei dotti mammari è riempito con un mezzo di contrasto e vengono presi i raggi X. Papilloma su di loro sembra un difetto di riempimento.

Trattamento del papilloma intraduttale della mammella

In termini di origine e conseguenze, i papillomi intraduttali non sono stati studiati a sufficienza e le situazioni esistenti della loro degenerazione maligna portano gli specialisti a una conclusione logica: lasciare una formazione incontrollata nel condotto è inappropriata e probabilmente pericolosa. Se il medico offre al paziente una rimozione chirurgica del papilloma intraductal del seno, non dovrebbe avere paura. Tale proposta implica solo una soluzione ragionevole. Il verdetto finale sull'origine del papilloma e la sua "qualità" è fatto dal laboratorio istologico, che studia il tumore rimosso dal chirurgo e dai tessuti circostanti.

I papillomi solitari si formano nei condotti principali della ghiandola mammaria e sono palpati nell'areola (più precisamente, dietro il capezzolo), sono innocui in termini di sviluppo del processo maligno. Tuttavia, sono spesso feriti o provocano infiammazione.

Papillomi multipli si trovano nei dotti periferici (lontani dai capezzoli). Piccole formazioni multiple non sono rilevabili, ma vengono rilevate durante l'esame strumentale (ultrasuoni, mammografia). La loro presenza può manifestare l'insorgenza di cambiamenti atipici indesiderati.

Non tutti i papillomi che si formano nella ghiandola mammaria sono pericolosi, ma è meglio rimuoverli chirurgicamente, indipendentemente dalla struttura.

Non ci sono metodi per la profilassi specifica dei papillomi intraduttali. Secondo la più accreditata teoria ormonale dei papillomi intraduttali, la tempestiva eliminazione dei disturbi ormonali aiuta a ridurre il rischio di recidiva.

Chirurgia per papilloma intraduttale della mammella

In che modo e in quale volume verrà rimosso il papilloma intraduttale, il chirurgo decide, dopo aver studiato in precedenza i dati di tutti gli esami.

Per papillomi singoli con localizzazione nel condotto del latte principale (vicino o dietro il capezzolo), viene eseguita la resezione settoriale (letteralmente, escissione di una piccola area) della ghiandola mammaria. Dopo un'anestesia generale preliminare, viene effettuata un'incisione nella regione areolare, i dotti vengono ispezionati, viene valutata la loro condizione e quindi viene rimossa una piccola parte del tessuto ghiandolare contenente il papilloma e i dotti danneggiati.

La maggior parte dei pazienti è preoccupata per la conservazione dell'aspetto estetico del seno dopo l'intervento chirurgico. La resezione settoriale non porta alla deformazione del seno, e i moderni metodi di manipolazione chirurgica sul torace possono mantenere la forma e le dimensioni corrette ed evitare successive complicanze cicatriziali.

Se il papilloma mostra segni di un processo maligno, la ghiandola mammaria interessata deve essere rimossa. Venite anche nel caso di papillomi multipli situati nelle parti periferiche del torace.

Nei tre anni successivi all'intervento, i papillomi potrebbero "tornare". Una ricaduta della malattia, di regola, non è associata a un trattamento scorretto, perché il chirurgo rimuove il papilloma intraduttale stesso, ma questo non elimina la causa del suo aspetto e può provocare la riformazione del tumore. Per escludere tale scenario, dopo la rimozione del tumore, viene eseguita la terapia anti-recidiva.