Ci sono vermi nell'aringa, è possibile mangiare aringhe con i vermi?

L'aringa è un piatto tradizionale nella nostra regione. Ha servito per uno spuntino, aggiungere alle insalate. Come ogni pesce, può portare il pericolo di infestazione da parte dei vermi. Molti parassiti si trovano nei pesci. Sono identificati in un gruppo separato di malattie. Quasi tutti i pesci sono affetti da infezioni da elminti. È possibile catturare vermi dalle aringhe? Sì, da qualsiasi pesce puoi avere l'elmintiasi.

Nonostante il fatto che la salatura delle aringhe sia uno dei metodi più efficaci per sbarazzarsi dei parassiti, la malattia è possibile se la tecnologia non viene rispettata. Congelamento garantito dal pesce parassita.

L'aringa è popolare per il suo basso prezzo e facilità di preparazione. È possibile mangiare aringhe con vermi (nella foto)? Esistono standard sanitari sul numero consentito di parassiti nei pesci. I pesci con la quantità specificata nelle norme possono essere consumati senza subire la minaccia di elmintiasi. Inoltre, alcuni parassiti che colpiscono i pesci non danneggiano la salute umana.

Elminti in aringa

I vermi più comuni nell'aringa sono anisidi. Sono parassiti nell'intestino, specialmente la localizzazione preferita dall'anisakis è l'intestino crasso. Spesso la loro presenza imita l'appendicite, con la quale una persona entra nel tavolo operatorio. Come si possono vedere gli anisakidi nella foto.

Il nastro largo è meno comune nelle aringhe, ma va ricordato. Un pesce insufficientemente salato o che non è stato precedentemente trattato può contenere tali vermi.

I vermi sono pericolosi nell'aringa per gli umani? Ligulosis è una elmintiasi comune che è in pericolo di vita. Il parassita che causa la malattia, può crescere in lunghezza più di un metro. Può spremere gli organi interni del paziente. Questi parassiti producono tossine nel corpo che, quando entrano nel flusso sanguigno, causano gravi intossicazioni. La presenza di vermi che causano la ligulosi può essere sospettata indipendentemente dall'aspetto del pesce. Aringhe con tali elminti esausti, nell'addome è un parassita. Se tali vermi sono catturati nei pesci, non dovresti mangiarli.

Ci sono vermi che possono ottenere dall'aringa, che colpisce il sistema urinario. Questi sono parassiti che causano dioctophimosis. La loro localizzazione preferita sono i reni. Lì, influenzano il segmento coppa-bacino, causando così un quadro di colica renale. Cosa fare in questo caso? Puoi ritirarli solo per operazione.

Dopo aver catturato un pesce o quando acquisti pesce in un negozio, osserva attentamente la presenza di macchie nere sul pesce. La presenza di tali macchie suggerisce che vi siano vermi nell'aringa e una possibile malattia con post-diplostomosi. Specifici punti compaiono dalla presenza di larve nella pelle del pesce. I vermi adulti non causano macchie, perché non formano capsule. Questi elminti non sono infetti se l'aringa ha subito un trattamento completo, anche se sono presenti. Cosa fare se trovi dei punti sul pesce? Non c'è niente di sbagliato. Tale pesce può essere consumato. Come appare la malattia dei pesci nella foto.

Cosa fare se i vermi delle aringhe? Se all'improvviso ti trovi sotto le squame dei parassiti rotondi, è del tutto possibile usarlo senza paura di ammalarsi. Questi parassiti danneggiano gli organi interni del pesce. Non hanno alcun effetto sul corpo umano.

Quali sono i vermi in aringa diversi da quelli sopra? È anche possibile incontrare piccoli raffreddori. Questi vermi amano parassitare nell'apparato visivo dei pesci. Quando si usa l'aringa con questi elminti, non succederà nulla di terribile, dal momento che il corpo umano è un ambiente sfavorevole per loro e muoiono in esso. Pertanto, se i parassiti delle squame vengono catturati nei pesci, possono essere mangiati.

I vermi sono dannosi per le aringhe?

Solo quei vermi sono dannosi in cui il proprietario finale è un uomo. L'elmintiasi di cui soffrono i pesci non è infetta da una persona. Ma è necessario temere alcune malattie, come la difillobotrasia, la ligulosi, l'anisacidosi. Possono colpire organi interni, imitare varie malattie, gravi intossicazioni e varie complicazioni.

Cosa fare per non ammalarsi di vermi? Devi sapere che tipo di pesce devi tenere d'occhio. Possono esserci vermi in aringhe salate? Anche i pesci salati non ti assicureranno dai parassiti nel corpo. Ciò è dovuto al fatto che può essere una salatura debole, non precedentemente sottoposta a congelamento. In questo caso, i parassiti trovati all'interno sono in grado di funzionare nel nostro corpo.

È difficile dire con certezza se i vermi siano pericolosi nelle aringhe salate. Se il pesce ha subito il trattamento necessario, la presenza di parassiti provoca solo un'impressione sgradevole, ma non sopporta il rischio della malattia.

Quali sono i vermi pericolosi nelle aringhe?

L'anisacidosi può portare a grave intossicazione, compromissione della funzione intestinale. Inoltre, provoca una forte allergizzazione del corpo. L'introduzione di vermi può causare un quadro di appendicite e peritonite, che complica la diagnosi della malattia. Molto spesso, la diagnosi non è corretta. Il paziente sale sul tavolo operatorio e alla fine è fatale. Come sono gli anisakidi? Possono differire per forma, con l'aspetto di un anello o spirale. Le forme per adulti arrivano fino a 4 cm di lunghezza, il colore è bianco latte.

Il pericolo dell'opportofilia sta nel suo corso cronico. Innanzitutto, le persone che soffrono di questa malattia lamentano sintomi dispeptici. Più tardi, la cronicità porta a danni epatici sotto forma di epatite cronica. L'esecuzione del processo può portare alla cirrosi epatica. Oltre al fegato, può anche influire sul pancreas, causando la sintomatologia della pancreatite. I parassiti possono anche migrare al cuore e causare danni al miocardio. Cosa fare Se all'improvviso ti senti male dopo aver mangiato aringhe, dovresti immediatamente andare dal medico.

La presenza di diphyllobothriasis nel corpo può portare a conseguenze irreparabili da vari organi e sistemi. Nell'anemia da deficienza di acido folico. La lingua assume la forma di acqua bollente scottata. C'è ahilia. La sconfitta del sistema nervoso può raggiungere lo stadio della mielosi. Cosa fare In assenza di un trattamento adeguato, la malattia ha gravi conseguenze per il paziente, quindi senza l'aiuto di specialisti, le conseguenze possono essere fatali.

La diottofimosi è un'altra malattia che può causare gravi complicanze. Uno di questi è l'insufficienza renale acuta. Parassiti che causano questa malattia, come parassitizzare nei reni. Possono condurre all'atrofia del parenchima renale. Inoltre, oltre ai reni, possono colpire l'intero sistema urinario, imitando varie malattie urologiche. Per questo motivo, è difficile fare immediatamente una diagnosi corretta e fornire l'assistenza necessaria al paziente.

È possibile essere infettati da vermi dalle aringhe, come descritto sopra, e questo può avere gravi conseguenze per la salute. Puoi mangiare un'aringa se vengono trovati vermi che influenzano solo il pesce e puoi determinarlo visivamente. Ma è meglio rifiutarlo.

Cosa fare con i vermi nelle aringhe? Se il pesce è fresco, deve essere processato. È necessario prima congelarlo, quindi immergerlo nel sale e lasciarlo riposare per circa 48 ore. Questo sarà sufficiente per uccidere i parassiti che si trovano nell'aringa. Solo dopo potrai mangiare pesce senza temere l'invasione. Con una cosiddetta debole salatura di 12 ore, alcuni parassiti possono sopravvivere, quindi è meglio evitare questo tipo di preparazione.

Quali sono i pericoli dei parassiti nell'aringa

Il pesce è una frequente fonte di infezione umana da vermi. In Russia, è l'aringa che è la fonte di infezione umana con i parassiti dei pesci. Molte specie di elminti vivono nell'aringa, ma non tutte sono pericolose per l'uomo. Tuttavia, ci sono vermi che possono portare una persona a morte.

Diamo un'occhiata a quali malattie sono causate dai vermi nelle aringhe. Scopri se puoi mangiare aringa salata o affumicata. Quali misure devono essere prese per proteggersi dall'infezione da parassiti pericolosi durante l'utilizzo delle aringhe.

Quali tipi di parassiti delle aringhe sono pericolosi per l'uomo?

Nei parassiti delle aringhe sono pericolosi per gli esseri umani, che causano tali infezioni:

Il pericolo per il corpo umano è rappresentato dalle larve di questo parassita.

Questi vermi, entrando nel corpo umano, non hanno paura dell'acido gastrico e continuano a svilupparsi. Oltre a questi parassiti visibili, l'aringa è piena di elminti invisibili che rappresentano lo stesso pericolo per gli esseri umani.

bothriocephaliasis

Questa malattia parassitaria è causata da un'ampia tenia o tenia, la cui lunghezza raggiunge i 25 metri. L'invasione umana da parte di un verme si verifica quando si mangia pesce crudo o impropriamente cotto, compresa l'aringa. Il caviale appena cotto può anche essere una fonte di invasione.

Gli agenti causali dell'ampia tenia continuano a vivere anche in una forte aringa. Inoltre, c'è un maggiore rischio di invasione da aringa salata.

Quando si mangiano pesci infetti, le uova elminti mature sono attaccate al muro della parte superiore dell'intestino tenue e in sole 2-4 settimane si trasformano in un adulto. Il parassita ferisce meccanicamente la parete intestinale. I prodotti della vita del parassita causano reazioni allergiche nell'uomo. Allo stesso tempo, una persona infetta è una fonte di invasione, perché una vasta tenia nell'intestino umano produce 2 milioni di uova al giorno. Il periodo di incubazione è di 20-60 giorni. L'infezione inizia in modo acuto o prende un corso nascosto.

Gli agenti patogeni di Diphyllobotriasis appartengono all'ordine Pseudophylidea e consistono di 12 tipi di tenie.

  • segno frequente - nausea, vomito si verifica raramente;
  • dolore nell'addome o nella regione epigastrica;
  • aumento della temperatura fino a 37,0-37,3 ° C.

Con un lungo decorso della malattia compaiono segni di esaurimento:

  • irritabilità;
  • vertigini;
  • dolore e macchie rosse sulla lingua con disturbi sensoriali;
  • aumentando B12-anemia da carenza.

Un segno della malattia è una scarica dalle feci del verme. La progressione della malattia è espressa in drastici cambiamenti nella composizione del sangue. L'infezione è caratterizzata dalla cosiddetta lingua laccata di colore rosso vivo e senza papille.

Anizakidoz

L'infezione anisacea è un problema relativamente nuovo nella parassitologia. Il caso della malattia fu identificato per la prima volta nel 1955 in Olanda dopo aver mangiato aringhe salate. Numerosi studi scientifici hanno rivelato le gravi conseguenze dell'infezione umana con anisidi.

Passiamo ai fatti delle statistiche. Il 100% delle aringhe provenienti dall'Oceano Pacifico, il 35% di pollock, il 50% di nasello e il 30% di sgombri sono infetti da anizacidi. Questa informazione viene data per avvertire della necessità di trattamento termico del pesce.

Il più comune elminto di aringa è anisakid. Praticamente tutte le aringhe sugli scaffali della Russia sono infette da questi parassiti. Le larve appaiono come piccole spirali rotanti situate sulla parete interna del pesce o sulla parte superiore del polpaccio e nel milt. Sono loro che hanno un effetto dannoso sugli umani.

Il verme delle aringhe (anisacidosi) vive in quasi tutte le specie di pesci marini.

Anizakida molto resistente a fattori esterni. Muoiono se congelati sotto i -18 gradi solo dopo 2 settimane. I vermi restano vivi nell'aringa salata e durante la normale salatura diventano immobilizzati. Le larve prendono vita non appena entrano nel corpo umano. Allo stesso tempo danneggiano le mucose della laringe o le pareti dello stomaco e dell'intestino, penetrando così nel sangue. Le larve si diffondono in tutto il corpo, ma sono più spesso localizzate nello stomaco e nell'intestino, dove causano granulomi eosinofili.

Forme cliniche della malattia:

  • La forma intestinale di anisacidosi differisce nella variabilità, da asintomatica a acuta, quando i pazienti cadono sul tavolo operatorio con segni di appendicite o peritonite. Anizakida morde il muro intestinale, è danneggiato meccanicamente, fino alla perforazione. I sintomi della malattia in forma intestinale compaiono 7-14 giorni dopo aver consumato le aringhe. I pazienti lamentano dolore all'addome vicino all'ombelico e alla destra nella proiezione dell'appendice, gonfiore e brontolio. Ci possono essere strisce di sangue e muco nelle feci liquide. La malattia può manifestarsi in forme acute, subacute o croniche. Il decorso della malattia si manifesta con sintomi di ulcera duodenale, enterocolite. La forma intestinale dell'infezione può essere accompagnata da reazioni allergiche. Una complicazione della malattia è la perforazione della parete intestinale con peritonite o ostruzione intestinale acuta.
  • I sintomi della malattia in forma gastrica compaiono 1-2 ore dopo aver mangiato pesce. I pazienti si lamentano di forti dolori addominali crampi, nausea e vomito, a volte con sangue. Le reazioni allergiche di varia gravità, fino all'edema di Quincke, sono caratteristiche della forma acuta della malattia. La temperatura può salire a 38,0 ° C. Nel caso della migrazione delle larve dallo stomaco attraverso l'esofago, il dolore e il mal di gola, la tosse, con cui le larve tossiscono. L'anisacidosi può mostrare segni di colecistite, pancreatite, ulcera peptica o di stomaco. La forma acuta della malattia è pericolosa a causa di un possibile esito fatale.
  • La forma allergica dell'anisacidosi si manifesta sotto forma di orticaria e broncospasmo, fino allo sviluppo dell'asma.
  • Le lesioni cutanee sono secondarie in natura e sono associate a una diminuzione dell'immunità dovuta all'esaurimento del corpo da parte delle larve dei parassiti.

I lavoratori dell'industria di trasformazione del pesce sviluppano malattie professionali: dermatiti, orticaria, asma bronchiale e congiuntivite. Le forme allergiche della malattia possono manifestarsi senza sintomi gastrointestinali.

La diagnosi di laboratorio delle feci non rileva larve o parassiti. Nell'analisi del sangue nella fase iniziale della malattia marcata eosinofilia e leucocitosi. La fibrogastroduodenoscopia (FGD) mostra focolai di erosione con edema nel sito di infiltrazione della larva. Spesso, le larve stesse sono visibili, che vengono rimosse. I metodi diagnostici sierologici non hanno applicazione pratica. Il trattamento viene eseguito con Albendazole 400 mg al mattino e alla sera per 1 mese.

Opistorchiasi

Questa malattia parassitaria è causata da un raffreddore da gatto della classe dei raffreddori. Una persona viene infettata dai vermi se consumata con un'aringa sottoposta a trattamento termico, crudo, leggermente salato o leggermente essiccato. Il portatore di opistorchiasi, sia una persona che un gatto, è la fonte dell'infezione. I sintomi di una malattia allergica compaiono 2-4 settimane dopo l'invasione.

  • prurito eruzioni cutanee;
  • aumento della temperatura;
  • bronchite asmatica;
  • artralgia e mialgia.

I sintomi di danni agli organi interni compaiono quando le larve maturano negli adulti. Il posto preferito del gatto passera è il fegato e i dotti biliari.

Opistorhoz - una malattia del gruppo di trematodozov causata da parassiti parassiti del genere Opisthorchis

Manifestazioni cliniche di questa fase:

  • dolore nell'ipocondrio destro dopo aver mangiato a causa del blocco dei dotti biliari;
  • circondare il dolore addominale che si irradia alla metà sinistra del petto è un segno di pancreatite;
  • nausea e vomito;
  • mancanza di appetito;
  • ingiallimento della sclera e della pelle;
  • alternanza di stitichezza con diarrea.

Nel tempo, l'assorbimento delle vitamine liposolubili e di altre vitamine è compromesso. La progressione della malattia è complicata da insufficienza epatica e disfunzione del tratto gastrointestinale.

Come mangiare le aringhe e non infettarsi

È possibile mangiare pesce crudo? Sulla base delle statistiche ufficiali, il pesce crudo è pericoloso a causa dell'alto rischio di invasione di vermi. E ciò conferma il fatto di un'alta incidenza di diillilototrite in Giappone, dove il sushi è comune. Prevenzione dell'invasione elmintica - congelamento o trattamento termico delle aringhe e di tutti gli altri tipi di pesce. Allo stesso tempo, la tecnologia mantiene l'esposizione di elaborazione:

  • Cuocere e friggere in piccoli pezzi per 20 minuti.
  • Cuocere in forno per 1 ora!
  • Asciugare per 3 settimane con un ambasciatore preliminare per 3 giorni.

L'aringa salata può essere mangiata se si è sicuri che è stata esposta a un congelamento di due settimane inferiore a -18 gradi prima della salatura. Altrimenti, rischi di contrarre un'infezione pericolosa. L'aringa salata contiene pericolose larve di parassiti vivi. Pertanto, è necessario acquistare pesce nei grandi centri commerciali in cui i prodotti sono controllati.

La risposta alla domanda se il pesce appena pescato può essere mangiato è una tale informazione. Secondo i requisiti di Rospotrebnadzor, il pesce catturato deve essere sventrato il più presto possibile o congelato. Questo perché le larve dei parassiti dopo la pesca pescano dall'addome ai muscoli del pesce. Quindi, se la tecnologia non viene seguita, l'aringa e tutti i suoi fratelli sono pericolosi per l'uomo. Prendete immediatamente pesce o metteteli a casa in frigo per 2 settimane per congelare sotto i -18 °.

Dovresti stare particolarmente attento con le aringhe, poiché non è disinfettato e non processato.

Armato di tale conoscenza, è facile rispondere alla domanda se si può mangiare pesce se si trovano vermi nell'aringa. In quel momento, quando hai visto questo ritratto disgustoso, le larve si erano già spostate alla muscolatura del pesce e possono essere mangiate solo dopo un attento trattamento termico. Ma solo in questo c'è una sfumatura: la completa assenza di un sentimento di disgusto. Dovrebbe essere chiaro che anche durante il trattamento termico, le larve possono rimanere vive se il pesce è cotto o fritto completamente.

Riassumendo, ricordiamo. Secondo le statistiche, l'intera aringa è infettata da anisidi o altri parassiti. Le malattie causate dai vermi di pesce sono pericolose per l'uomo. Alcune infezioni da elminti possono verificarsi malattie allergiche nascoste o manifeste che una persona non associa all'uso delle aringhe.

Il vettore di vermi è fonte di infezione per gli altri.

Per non essere tormentato dalla domanda se sia possibile mangiare un'aringa acquistata, deve essere congelata per 2 settimane o sottoposta a un trattamento termico approfondito. Allo stesso tempo, deve essere tagliato in piccoli pezzi e resistere all'esposizione. Se si verificano sintomi sospetti, consultare un parassitologo.

Che tipo di vermi si trovano nell'aringa salata e in che modo sono pericolosi per l'uomo?

Tagliare aringhe, strani anelli filamentosi o spirali possono essere trovati nell'intestino del pesce. Questi anisidi sono vermi che parassitano i pesci, compresa l'aringa. Se usate in modo errato, questi vermi possono depositarsi nel tratto gastrointestinale umano. Quanto sono pericolosi questi vermi per le persone, come rilevarli e come eliminarli?

Cos'è l'anisacidosi ed è pericolosa per l'uomo?

L'anisacidosi è una malattia parassitaria causata dallo sviluppo parassitario nel corpo umano di un verme chiamato anisaccaride. L'uomo per questi worm è l'ultimo proprietario. In primo luogo, entrano nel corpo del cancro e di altri piccoli bambini. A loro volta, vengono mangiati dai pesci e, quindi, l'anizakid migra verso un nuovo host più grande. Alla fine, una persona mangia pesce e si infetta con un parassita, che si sviluppa completamente nel suo corpo, raggiungendo dimensioni fino a 4 cm.

Gli anizakidi si sviluppano in una capsula dove si piegano e formano un groviglio. Quando si taglia il pesce, a volte è difficile individuarli quando i parassiti non hanno ancora raggiunto una lunghezza considerevole. Praticamente l'intera aringa è infettata da anisidi.

Una volta infettato, il parassita si deposita e si sviluppa confortevolmente nel tratto gastrointestinale. Può depositarsi nello stomaco, fegato, pancreas, intestino. Inoltre, la larva del verme dalle aringhe può depositarsi nell'esofago e persino nella gola, cioè in qualsiasi posizione sulla via dalla bocca al colon.

Quando la larva viene introdotta, il corpo inizia a reagire con l'infiammazione locale. Il sangue cambia la sua composizione chimica a causa della produzione di un numero maggiore di eosonofili, le cellule del sangue che reagiscono agli allergeni. Il sistema immunitario sta cercando di combattere l'invasione, ma senza successo.

Conseguenze di anizakid esposizione parassitaria:

  • con la sconfitta dello stomaco - gastrite, ulcera;
  • con danni al fegato e alla cistifellea - epatite, ostruzione dei dotti biliari, cirrosi, colecistite;
  • con la sconfitta del pancreas - pancreatite;
  • con la sconfitta dell'intestino - peritonite, necrosi, ostruzione intestinale.

Il parassita non vive senza fine nel corpo umano. La sua aspettativa di vita è breve e dura 2-3 mesi. Non schiudono nuove larve a causa del fatto che non vivono fino all'età riproduttiva. Tuttavia, in questi mesi riescono a causare gravi danni alla salute del loro ospite. E anche dopo la morte di anisakid, una persona sentirà i sintomi delle malattie associate per un tempo molto lungo, a volte per anni.

Che vermi anisakid sembrano in aringhe: foto

Gli anizakidi sono difficili da confondere: si piegano in palline o cerchi. I vermi si trovano in aringhe salate soprattutto vicino a latte, intestini e caviale. Se si disfa il loro groviglio o semplicemente si raddrizza il cerchio, si vedrà che possono essere lunghi fino a 6 cm nello stato larvale.

Foto di Anicaside nel pesce:

Cosa fare se si trovano parassiti nel pesce: è possibile mangiare e a che temperatura muoiono?

Le aringhe contaminate da anisidi sono legalmente autorizzate a vendere. Ciò è dovuto alla scala troppo grande di infezione del pesce e al fatto che passa la salatura sotto forma di eviscerato. Al fine di ridurre al minimo il rischio di infezione umana da anisakidi, esistono regole per la lavorazione del pesce. Prima di salarlo, il produttore deve congelare il pesce e, a una certa temperatura, conservare il congelamento da pochi minuti a diversi giorni. Ogni parte del pesce subisce un esame sanitario.

Dopo il congelamento il pesce può essere salato. L'opzione più affidabile per la salatura è una salatura ripida, piuttosto che un sale debole, invecchiato per 12 ore.

Dopo tale trattamento e brina e sale forte, tutti i parassiti muoiono. Quando sventrano, possono essere visti precisamente nel tratto intestinale del pesce. Se sono vivi, dopo la morte del pesce, penetrano nel tessuto muscolare, dove stanno aspettando il loro nuovo proprietario. I vermi morti sono spiacevoli dal punto di vista estetico, ma è sufficiente per sventrare il pesce rimuovendo budella, pellicola nera, latte infetto e uova (se hanno parassiti) - puoi mangiare pesce.

Pertanto, nei rinomati supermercati, così come nei negozi specializzati di pesce, è possibile acquistare e mangiare aringhe, anche se è stato infettato da anisakidi, perché a quel punto saranno già morti. Ma anche il produttore di pesce salato deve essere scelto correttamente - deve avere una buona reputazione, è inutile che tali industrie infettino le persone, altrimenti i loro affari crolleranno molto rapidamente.

L'Anizakida muore a basse temperature da 18 a 30 gradi e da alte temperature a 60 gradi. Pertanto, se non si intende congelare, decapare o mettere in salamoia il pesce, deve essere trattato termicamente entro la temperatura specificata.

Sintomi e diagnosi di anisacidosi nell'uomo

La sintomatologia non è specifica e può essere mascherata da un'intera gamma di varie malattie. Il periodo di incubazione da una settimana a due.

I sintomi dipendono dalla posizione di anisacide. Se lo stomaco è affetto, vomiterà, mal di stomaco e tutte le altre manifestazioni di gastrite o ulcera. Se l'intestino è colpito, ci sarà un quadro dei sintomi intestinali.

A volte non ci sono segni locali, ma comuni reazioni allergiche - orticaria, angioedema, attacco d'asma. Queste reazioni possono manifestarsi immediatamente dopo alcune ore dall'ingresso del parassita nel corpo. Inoltre, spesso i sintomi sono caratteristici dell'appendicite, quindi i medici iniziano a tagliare l'appendice quando il parassita dell'anizakide è la causa del dolore.

Metodi diagnostici:

  1. Collezionare la storia. Il dottore deve scoprire che pesce e pesce il paziente ha consumato, quando e in quale forma.
  2. Raccogli informazioni sui sintomi. Il paziente dovrebbe descrivere l'immagine completa del loro benessere. È importante dire assolutamente tutti i sintomi, tutte le sensazioni, anche quelle che possono sembrare insignificanti. Inoltre, il paziente dovrebbe parlare delle malattie già esistenti degli organi digestivi.
  3. Assunzione di vomito, feci e urina per i test anisacidi.
  4. Fibrogastroduodenoscopia (FGDS), che consente di rilevare il parassita, se si trova nell'esofago, nel duodeno o nello stomaco.
  5. Lo studio del sangue venoso controlla la formula dei leucociti, poiché le cellule del sangue rispondono immediatamente all'invasione parassitaria.

Come trattare: farmaci e metodi popolari

I metodi di trattamento dell'anisacidosi sono selezionati in base alla localizzazione del parassita, alla gravità dei sintomi, al grado di danno all'organismo e alle reazioni allergiche. In terapia può essere usato come medicinale con effetto antiparassitario e chirurgia in caso di gravi condizioni del paziente. L'uso di metodi tradizionali di trattamento come effetto aggiuntivo sul corpo può aiutare notevolmente il paziente.

Intervento operativo

La chirurgia viene eseguita solo quando l'anisacidosi causa sintomi e complicazioni acute. Dolore acuto, febbre e nausea possono indicare gravi complicanze. Un endoscopio funge da strumento di estrazione anisakid. L'estrazione avviene dall'intestino, dallo stomaco o dall'esofago.

Anche dopo una rimozione conservativa del verme, è necessario monitorare lo stato del corpo per 1 anno usando l'endoscopia.

Terapia farmacologica

Se la condizione non richiede misure tempestive, allora l'anisacidosi può essere curata con l'aiuto di farmaci antiparassitari. Solitamente prescritto:

È importante seguire le raccomandazioni del medico quando si prendono questi fondi. Il corso della terapia è a breve termine, ma l'effetto è generalmente positivo.

Se il parassita nel corpo provoca reazioni allergiche, il paziente deve assumere antistaminici:

  • per shock anafilattico - assicurati di chiamare un'ambulanza;
  • per l'edema di Quincke - ambulanza;
  • in asma, salbutamolo per alleviare un attacco e ketatifen con prolungata azione cumulativa;
  • per reazioni cutanee, antistaminici come suprastin o altri mezzi della nuova generazione.

Le fortezze antigliche aiutano a prevenire i parassiti o è un divorzio?

In che modo il farmaco Paplock Plus aiuta a combattere i papillomi, qui è più dettagliato.

Medicina tradizionale

Se un anizakide vivo è già entrato nel corpo umano e vi si è saldamente insediato, è inefficace trattarlo solo con rimedi popolari. I metodi tradizionali sono efficaci come terapia adiuvante. Inoltre, per la prevenzione dei rimedi popolari può prevenire lo sviluppo di anisidi.

L'elenco dei fondi per il trattamento dell'anisacidosi a casa:

  • Peperoncino rosso piccante Può essere aggiunto al cibo, preferibilmente fresco. È impossibile avere per quelli con diagnosi di gastrite, colite e ulcera.
  • Radice di zenzero È un rimedio naturale per i parassiti e una varietà di batteri patogeni. Può essere utilizzato sia in forma essiccata che in forma fresca. Controindicato nelle malattie ulcerative dell'apparato digerente.
  • Pepe nero macinato
  • Semi di senape Controindicato nei bambini, persone con malattie del tratto gastrointestinale nella fase acuta, con ictus, sanguinamento e allergie.
  • Infuso di amaro assenzio.
  • Infuso di tanaceto
  • Infuso di scorza di noce.

Tutti i fondi sopra devono essere presi, osservando la moderazione. Nonostante la loro origine naturale, l'uso eccessivo della medicina tradizionale può portare a complicanze di malattie esistenti e reazioni allergiche. Le infusioni di erbe sono sempre utilizzate secondo le istruzioni.

Vermi in aringhe salate: come determinare e se può essere mangiato?

Acquistando qualsiasi prodotto, vogliamo essere sicuri della sua sicurezza. Alcuni metodi di cottura implicano una lavorazione minima delle materie prime. Nel nostro paese, l'aringa viene tradizionalmente consumata cruda. Prima di arrivare al tavolo, il pesce passa sotto shock congelamento, scongelamento e ambasciatore.

È possibile essere sicuri che i vermi nell'aringa moriranno nel corso dell'esecuzione di operazioni tecnologiche o, come misura precauzionale, dovremmo rifiutarci di mangiare tali prodotti?

Come scoprire se ci sono vermi nell'aringa?

Qualsiasi tipo di pesce è affetto da parassiti. Non esiste un tasso medio di infezione. I dati variano a seconda delle condizioni di crescita, della posizione geografica del bacino, della stagione, delle condizioni climatiche, della situazione ambientale in una particolare regione.

Nei pesci allevati in bacini artificiali, le possibilità di essere infettati da vermi sono ridotte al minimo. Tuttavia, l'aringa non è allevata nelle fattorie. Vive nelle acque marine e oceaniche. Si nutre principalmente di plancton - piccoli crostacei, ma a volte ingoia pesci di piccole dimensioni. I crostacei marini sono portatori di larve di elminti, quindi non sorprende che l'aringa sia soggetta a invasione. Inoltre, il pesce si genera in acque poco profonde. Qui, in prossimità degli habitat degli uccelli e dei carnivori selvaggi, che a loro volta sono anche portatori della malattia, l'aringa rischia nuovamente di essere infettata.

Sull'acqua profonda, i portatori di vermi sono animali marini: balene, delfini, leoni marini. Le uova di elminti cadono nell'acqua con le feci di un individuo malato. Le larve nate dalle uova vengono mangiate dai crostacei. L'aringa è il prossimo anello della catena alimentare. Quindi, il pesce adotta l'infezione da una grande vita marina.

Prima di vendere l'aringa passa l'ispezione sanitaria. Gli individui maturi di parassiti nel 90% dei casi sono localizzati negli organi interni. Avendo comprato un budello intatto, puoi controllare il contenuto dell'addome per la presenza di vermi. Se il pesce non è stato raffreddato secondo le regole sanitarie immediatamente dopo la cattura, le larve del parassita migrano dall'intestino ai muscoli. In questo caso, i vermi possono essere trovati anche nella carne di pesce sventrato.

Eventuali macchie estranee nella carcassa dovrebbero avvisare l'acquirente. I segni evidenti della presenza di vermi saranno formazioni filiformi o spiraliformi dal bianco al bruno-rossastro.

In lunghezza, possono raggiungere da diversi millimetri a diversi cm. Ma alcune delle larve, che sono pericolose per l'uomo, non hanno dimensioni superiori a decimi di millimetro. In questo caso, l'acquirente non sarà in grado di rilevare nulla semplicemente ispezionando la carcassa.

Nel pesce sano, prima di tutto, ci deve essere carne elastica di colore uniforme. Pelle liscia senza muco e occhi chiari, non depressi. Tuttavia, la presenza di odori estranei, sezioni ingiallite, superficie appiccicosa e muscoli flaccidi, parla dell'ignoranza dei pesci, ma non conferma la presenza di vermi.

I vermi più comuni nei pesci

Non tutti i vermi che colpiscono il pesce sono pericolosi per l'uomo. Quando si mangiano prodotti infetti, non gli individui adulti entrano nel corpo, ma le loro larve. La maggior parte dei quali non sopravvive nell'ambiente aggressivo del succo gastrico e muore nell'intestino.

Tipi di vermi che non sono pericolosi per l'uomo:

Nel pesce d'acqua dolce

  • Diplostomatids. Appartengono alla classe dei trematodi (platelminti). I pesci servono come ospiti intermedi per loro. Il proprietario principale è uccelli costieri. La larva entra nel corpo del pesce con acqua attraverso le branchie e la pelle. La famiglia di questi vermi include diversi tipi di parassiti. Alcuni causano la malattia - diplostomosi, in cui sono colpiti gli organi visivi degli uccelli acquatici. Negli individui malati si trova una lente offuscata. Un altro tipo di verme è localizzato nei sacchetti di pelle che circondano la bilancia, dove è incapsulato, evidenziando il pigmento colorato nel tessuto. Un pesce malato sul corpo appaiono caratteristici punti neri. Si sviluppa una malattia a chiazze inky. Non è trasmesso all'uomo. Dopo il trattamento termico, il pesce è commestibile. Gli individui con un alto grado di sviluppo della malattia perdono la loro presentazione.
  • Filometore. Appartengono alla classe dei nematodi (nematodi). Gli elminti sono di colore rosso, lunghi 10-12 cm. Le femmine colpiscono borse squamose. I maschi invadono il guscio della vescica natatoria. Il parassita entra nel corpo del pesce con il cibo. Il venditore ambulante è un plancton infetto. Nel pesce, il verme provoca la malattia del phylometroid. Non è trasmesso all'uomo.
  • Ligula. Una tenia che utilizza il pesce come ospite intermedio. Il suo obiettivo finale è entrare nel corpo degli uccelli che mangiano pesce. Nell'addome degli uccelli acquatici, il verme raggiunge l'ultimo stadio larvale di sviluppo, il plerocircoide. Le larve crescono in lunghezza fino a 1 mm. Un segno caratteristico della ligulosi è un addome gonfio e ondulato e un corpo emaciato. Nel pesce, la ligula non migra nel tessuto muscolare. Durante l'elaborazione è possibile eliminarlo completamente rimuovendo le budella. Poiché le larve sono la fonte dell'infezione, non dovrebbero essere gettate nell'acqua.

Nei pesci marini

  • Shistotsefamosy, tenie. Lungo 2 cm. Nel pesce si sviluppano fino allo stadio del plerocircoide. Il proprietario finale - uccelli che mangiano pesce. Per gli uccelli acquatici prendere con il cibo. Il trasportatore è un crostaceo marino simile a un ciclo. Inoltre non migrare nello spessore dei muscoli. Rimosso insieme agli interni.
  • Faryon cystidico. Verme sottile rotondo che vive nel guscio della vescica natatoria. Lavato con i visceri.

I prodotti infetti da questi tipi di vermi sono considerati condizionatamente commestibili. Dopo la cottura, il pesce può essere mangiato.

Helminth Diseases

Dioktofimoz

La malattia è scatenata da nematodi rosso sangue. I proprietari finali sono animali selvatici, bestiame e persone. Un individuo malato rilascia uova helminth nell'ambiente. Nell'acqua, crescono fino alle larve, che sono incorporate nei vermi dalle piccole guance. Quelli a loro volta sono mangiati dai pesci. Gli uccelli acquatici accumulano larve nel loro corpo, essendo il proprietario del serbatoio del verme. L'infezione si verifica quando si mangia carne cruda di pesce.

Nel corpo ospite, il parassita si sviluppa in un individuo maturo. La lunghezza del verme raggiunge 1 m L'elminto è localizzato nella pelvi renale, meno spesso negli ureteri, nella vescica.

La malattia si manifesta con disturbi renali: dolore nella regione lombare, colica, infiammazione del peritoneo. Congestione osservata nel fegato, sangue e pus nelle urine. La temperatura potrebbe aumentare Nelle urine si trovano uova di vermi. L'intossicazione si manifesta con reazioni allergiche.

Il trattamento è chirurgico. Il worm viene rimosso prontamente. Successivamente, viene condotta una terapia farmacologica per alleviare i sintomi dell'infiammazione renale.

Anazikidoz

Balene, cavie, delfini diventano i proprietari naturali finali delle specie di vermi anisakidi. Le uova di vermi cadono nell'acqua con le feci degli animali. Nell'ambiente acquatico sviluppano le larve. Inghiottito da invertebrati marini, che sono cibo per pesci.

Una persona diventa un ospite forzato di anisakidi, mangiando carne cruda contaminata. Le larve nel suo corpo non si sviluppano in un individuo maturo. Crescono fino a 4-5 cm, mordono le pareti dell'intestino o dello stomaco e formano tumori, a volte bloccando il lume dell'esofago. La malattia si sviluppa in modo acuto in 1-2 settimane dopo l'infezione. Il paziente lamenta forti dolori crampi intorno all'ombelico e nella regione iliaca. I disturbi intestinali sono espressi da nausea, vomito. Il quadro clinico è simile ai sintomi di gastrite, enterite, appendicite.

Trattamento. L'endoscopia rivela un ispessimento edematoso delle pareti degli organi digestivi. Parassiti intrusivi sono rilevati. La larva può essere rimossa immediatamente dall'endoscopio durante l'esame o dopo una procedura chirurgica simile. Dai farmaci prescritti farmaci antiparassitari. In assenza di un intervento tempestivo, la prognosi è estremamente sfavorevole.

Opistorchiasi

Una malattia causata da un flatworm dal pollone epatico. Il parassita raggiunge una lunghezza di 8-18 mm. Gli ospiti intermedi sono molluschi e pesci d'acqua dolce.

Le larve del verme sono incorporate nei muscoli del pesce. Sviluppa fino alla fase metacercaria. La larva è circondata da cisti, fino a 0,21 mm di dimensione. La fase del metacercarium è invasiva.

Alla persona le larve ottengono con la carne di pesce crudo. Nello stomaco dell'ospite, il metacercario viene rilasciato dalle cisti e, bypassando i dotti, entra nei dotti biliari del fegato. Qui il parassita si sviluppa in un verme adulto e depone le uova.

La malattia si sviluppa entro 2-4 settimane dopo l'invasione. Il decorso acuto è caratterizzato dalla comparsa di disturbi intestinali e dolore lancinante nell'ipocondrio destro sullo sfondo di un aumento della temperatura. La malattia cronica può non manifestarsi nel corso degli anni e gradualmente svilupparsi in epatite e cirrosi. La diagnosi viene effettuata sulla base del quadro clinico ed è confermata dal rilevamento in laboratorio delle uova di parassita nelle feci e nel succo duodenale.

Trattamento. Con una circolazione tempestiva, la prognosi è favorevole. Al paziente viene prescritta una terapia farmacologica antiparassitaria e un trattamento sintomatico.

bothriocephaliasis

Malattia causata da larve di tenia. La tenia è il più grande parassita umano. Può raggiungere una lunghezza di 12 m localizzata nell'intestino tenue, provocando disturbi dispeptici. Nel corpo umano vive fino a 20 anni. Le larve del verme sono filamenti sottili bianchi lunghi 1-2 cm e sono facilmente visibili nella massa muscolare dei pesci.

Il parassita irrita meccanicamente la parete intestinale di una persona, causando spasmi e disturbi digestivi. Sullo sfondo della malattia si sviluppano allergie, carenza di vitamina B12 e anemia.

Il trattamento viene eseguito in un ospedale. La prognosi è favorevole. Assegnare agenti patogeni e farmaci antiparassitari.

Possono esserci vermi nell'aringa

I vermi nell'aringa sono comuni, sebbene non del tutto piacevoli. A volte al momento dell'acquisto, puoi incappare in vermi che sono contenuti nella cavità addominale. Appaiono con un'elaborazione insufficiente del prodotto ittico. Le aringhe sono portatrici di vari elminti, la maggior parte dei quali pericolosi per l'uomo. Tuttavia, ci sono tali specie, i cui rappresentanti non arrecheranno danni agli esseri umani.

Segni della presenza di vermi nei pesci

Se il prodotto è ben salato, la probabilità di presenza di vermi è minima. Dovresti guardare più da vicino il pesce fresco e salato. La presenza di vermi è confermata da un certo numero di segni:

  • Le coperture esterne perdono elasticità. Quando viene premuto, si forma un'ammaccatura, che non viene ripristinata in un pesce malato.
  • L'ombra degli occhi cambia: la sclera diventa torbida e cambia colore.
  • L'addome si ingrandisce di dimensioni a causa di processi irreversibili negli organi interni e un numero crescente di elminti.
  • Quando tagli la carcassa puoi vedere che le branchie hanno cambiato colore. Inoltre, c'è un odore sgradevole.
  • Le scaglie si allontanano facilmente e il tegumento esterno è coperto di muco.
  • Quando si apre la cavità addominale, ne esce un odore putrido.
  • Durante la cottura il brodo è pieno di fiocchi. Si rivela anche a basso contenuto di grassi.

Con una forte infezione, il verme è visibile proprio sulla superficie degli organi addominali. In tali casi, è possibile determinare l'invasione tramite segni esterni, poiché i processi distruttivi si verificano rapidamente.

Quali sono gli elminti contenuti nelle aringhe?

I vermi possono avere una diversa lunghezza e struttura corporea, che è determinata dall'appartenenza ad una particolare specie. Ad esempio, gli anizakidi hanno un aspetto simile agli ascaridi: un corpo a forma di fuso, lunghezza fino a 60 mm, le estremità sono arrotondate. Il colpo di gatto, come tutte le passere, è caratterizzato da un corpo appiattito. Dimensioni del parassita: fino a 30 mm di lunghezza e 15 mm di larghezza.

Tagliare la carcassa, può vedere piccoli vermi, situati vicino al caviale o al latte

Meno comune nei pesci è un largo nastro. Questo è un parassita grande nastro, la cui lunghezza raggiunge diversi metri. Una specie comune è la ligula. La lunghezza di questo parassita è entro 1 m. Non tutti gli elminti sono visibili durante l'ispezione di un prodotto ittico. Alcuni possono esistere negli organi interni e vengono rilevati solo dai cambiamenti nella struttura dei tessuti.

Pericoloso per gli elminti umani contenuti nei pesci

Nel corpo delle aringhe ci sono diversi vermi particolarmente dannosi che, entrando nel corpo umano, non solo sono in grado di sopravvivere in condizioni così aggressive, ma si sviluppano anche attivamente. Tra i più pericolosi, ci sono solo tre forme di elmintiasi: anisacidosi, difillobotrioz, opistorsiasi. È necessario capire quali segni caratterizzano ognuna delle specie, che permetterà di iniziare la lotta contro i vermi nel tempo.

Anizakidoz

I parassiti colonizzano il sistema digestivo. Questa forma di elmintiasi è provocata dagli anisidi. Sono fissati sulle pareti dello stomaco / intestino e persino della laringe. A poco a poco, i loro mezzi di sostentamento portano allo sviluppo del dolore nell'addome. Come risultato della rottura del sistema digestivo, la struttura delle feci cambia: diarrea o costipazione.

Vermi pericolosi, simili ad ascaridi. Di lunghezza non superiore a 5-6 cm, hanno una forma del mandrino

La nausea è costantemente avvertita, il vomito appare nel tempo. Un aumento della temperatura è un chiaro segno di anisacidosi. Ci sono altri sintomi, in particolare, un'allergia sotto forma di orticaria, e talvolta si sviluppa broncospasmo, che nel tempo con frequenti recidive può portare all'asma bronchiale. Lo scenario peggiore è la morte del paziente. Un numero di sintomi sono simili ai segni di appendicite.

È interessante notare che questa forma di malattia parassitaria si è manifestata per la prima volta relativamente di recente - nel 1955. Oggi è già noto che la maggior parte dei pesci nell'Oceano Pacifico, e le aringhe - 100%, sono infette da parassiti. Le larve sono visibili nella cavità addominale. Assomigliano a formazioni alcoliche e si trovano sulla parte superiore del polpaccio, su una base. Le larve di Anizakid rappresentano il pericolo maggiore per gli esseri umani.

È difficile superare questi parassiti. Per farli morire, devi tenere il pesce per 2 settimane nel congelatore ad una temperatura di -18 o più. Il metodo di salatura non porta alla distruzione dei vermi, ma li immobilizza solo.

bothriocephaliasis

La fonte di questa forma di elmintiasi è un'ampolla tenia / tenia. Singoli individui possono svilupparsi fino a 25 m di lunghezza. Questi sono parassiti che vivono nell'intestino. Il metodo di salatura dei prodotti ittici non elimina il problema, e l'uso di pesci salati leggeri e ancor più è una garanzia al 100% di infezione.

Difillobotrioz riferito al tipo di tenie, dimensioni fino a 25 m di lunghezza.

La prole di elminti è fissata sulle pareti dell'intestino tenue e dopo 2-4 settimane gli individui sessualmente maturi colonizzano l'intestino. Se attaccato agli organi, si verifica l'integrità meccanica dei tessuti. Gli adulti producono un numero enorme di uova, che esacerba la malattia. I principali segni di danno da parte dei vermi:

  • febbre di basso grado;
  • dolore addominale;
  • sensazione di nausea, è interessante notare che il vomito con diphyllobothriasis è un fenomeno insolito.

Se la malattia continua a svilupparsi, compare irritabilità, si perde la sensibilità della lingua, compaiono macchie rosse e si avvertono vertigini. Con un aumento del numero di elminti, i segmenti del loro corpo vengono separati e poi rilasciati durante i movimenti intestinali.

Opistorchiasi

La causa della malattia - la sconfitta dei raffreddori, e in particolare - il colpo di gatto. Questo, di nuovo, si verifica quando si mangia pesce male elaborato, ad esempio l'aringa.

Già nelle 2-4 settimane dopo l'infezione da parassiti compaiono i primi segni:

  • Eruzione cutanea con prurito
  • Artralgia, mialgia
  • La temperatura aumenta
  • La bronchite asmatica si sviluppa.

Entrando nel tratto gastrointestinale, colpisce il fegato, la cistifellea e i dotti biliari

Gli elminti influenzano il fegato e i dotti biliari. Di conseguenza, si sviluppano sintomi caratteristici:

  • Nausea, vomito aggiunto un po 'più tardi;
  • L'appetito è oppresso;
  • pancreatite;
  • Quando i dotti biliari sono bloccati, il dolore appare nell'ipocondrio lungo il lato destro;
  • La struttura delle feci cambia: la diarrea si alterna alla stitichezza;
  • Muco e pelle cambiano colore - ingialliscono.

È necessario sapere: i parassiti sono così pericolosi nei pesci?

Precauzioni per evitare l'infezione

Alcuni tipi di parassiti non muoiono durante la salatura, quindi si raccomanda di evitare il pesce salato. Se acquisti la carcassa nel suo insieme, puoi valutare in modo indipendente le sue condizioni. Si consiglia di acquistare prodotti ittici da fornitori affidabili. Non dovresti soccombere alla tentazione e comprare pesce scontato, sconto sulle merci.

Un congelatore viene utilizzato per la conservazione, è auspicabile che la temperatura sia di almeno -20 gradi. Più basso è il valore di questo parametro, meno è necessario mantenere il pesce al freddo. Ad esempio, a -30 gradi, sono sufficienti solo 10 minuti di elaborazione. Il processo di cottura dovrebbe essere lungo (almeno 20 minuti dal momento di acqua bollente).

Il pesce infettato dai vermi mangia?

La risposta alla domanda se sia possibile mangiare un'aringa acquistata, in cui sono stati trovati gli elminti, dipende dalle condizioni di conservazione. Il rischio di infezione è minimo o assente se il pesce appena pescato viene immediatamente messo nel congelatore per un lungo periodo. In questo caso, i vermi muoiono, essendo nell'intestino, non avendo il tempo di diffondersi in tutto il corpo. Durante il taglio, gli organi interni con parassiti vengono rimossi, il che significa che puoi mangiare pesce.

Se si blocca immediatamente, i parassiti moriranno nell'intestino, non avendo il tempo di muoversi nel tessuto muscolare

Se l'infezione da vermi è avvenuta?

Non è sempre possibile notare i parassiti, specialmente se avete già preparato una pasta di aringa o un altro piatto con pesce avariato. Il periodo di incubazione della malattia dura da 1 a 4 settimane, che è determinato dalla forma di elmintiasi. Si consiglia di consultare immediatamente un medico per una diagnosi accurata.

La maggior parte delle malattie parassitarie sono diagnosticate da ricerche di laboratorio. Tuttavia, ci sono tali forme di elmintiasi, quando l'analisi delle feci non è informativa.

Quasi sempre, i parassiti provocano un cambiamento nella composizione del sangue. Alcuni indicatori aumentano significativamente, altri, al contrario, cadono. Metodo più informativo FGDs, che viene effettuato un sondaggio dello stomaco e 12 ulcera duodenale.

Permette di rilevare l'erosione dei tessuti degli organi e direttamente dei parassiti stessi. Alcune forme di infezioni da elminti sono trattate solo con un intervento chirurgico, ma di solito solo il farmaco è sufficiente. Se il pesce, e in particolare l'aringa salata, è un piatto frequente sul tavolo della famiglia, si consiglia di sottoporsi a un esame più frequente, monitorare la propria salute e effettuare la prevenzione delle infezioni da elminti 1-2 volte l'anno.

I parassiti nelle aringhe posso mangiare

Pubblicazione dal quotidiano kazako "Voice of Ekibastuz", autore L.PAVLOVA.

Sul tavolo, le patate bollite con burro aspettano il loro tempo, accanto c'è il pane nero tritato, una cipolla verde in un piatto. Tagliare l'aringa salata - e là sul vitello alcuni flagellati biancastri - a spirale. Guardando - oh, orrore, questi sono vermi!

Secondo i lettori di Ekibastuz Voice, un tale "ritrovamento" ha rovinato l'appetito di più di una famiglia dove gli piace l'aringa. Inoltre, le persone comprano pesce con vermi non solo nei piccoli negozi, ma anche nei supermercati.

"Alla vigilia del nuovo anno, ho comprato due aringhe al supermercato", dice Zhanna. - Uno cosparso in un'insalata "Aringa sotto una pelliccia", quando iniziò a sventrare la seconda, nella pancia vicino alla latta vide vermi. Erano lunghi, sottili, ritorti in anelli. Trasportò immediatamente il pesce nel negozio. Il venditore ha restituito i soldi e non è stato sorpreso.

Il cliente, al contrario, ha perso ogni pace.

"Non si sa mai", dice la donna indignata. - Abbiamo mangiato un pesce. All'improvviso c'erano dei parassiti. Cosa sono questi vermi in aringhe? Dove sta guardando la sorveglianza sanitaria?

È stato a questo punto che ci siamo indirizzati alle domande dei consumatori. E, onestamente, loro stessi erano molto sorpresi.

I vermi nei pesci sono la norma?

"Praticamente in qualsiasi pesce ci possono essere parassiti", ha spiegato Saule Asylbekova, capo specialista del dipartimento di controllo sanitario e igienico di UGES su Ekibastuz. - Assegna circa 300 specie di vermi di pesce. Allo stesso tempo, solo pochi causano gravi malattie negli esseri umani e solo se i pesci vengono preparati o salati in modo improprio. Il resto dei vermi non è pericoloso per gli umani. Certo, è spiacevole trovare vermi nei pesci, ma se le interiora vengono gettate via, il pesce stesso è commestibile e non pericoloso. La cosa principale che i vermi erano morti!

Secondo gli epidemiologi, i vermi che hanno danneggiato la reputazione delle aringhe sono un tipo di vermi simili ad ascaridi - anisakid. Si trovano in pesci marini, compresa l'aringa, abbastanza spesso. Se il pesce catturato immediatamente si congela, i parassiti rimangono nell'intestino e muoiono. Se il pesce non si congela per un po ', gli elminti dall'intestino si spostano sul tessuto muscolare. Un parassita vivo mangiato dall'uomo insieme al pesce è in grado di infiltrarsi nelle pareti dello stomaco, dove si forma un granulo eosinofilo (tumore). In questo bozzolo di anisakid cresce fino a 2-4 centimetri. Per estrarre un worm dannoso, è richiesta un'operazione. Anche la diagnosi del parassita non è facile, è necessaria la fibrogastroscopia. I sintomi della malattia delle aringhe sono nausea, febbre, dolore addominale, rash allergico, intossicazione.

L'infezione da anisacidosi si osserva principalmente in quelle aree in cui è comune mangiare pesce fresco. Il record per l'incidenza delle malattie "pesce" - Giappone, dove i sushi bar sono onnipresenti.

"Il Kazakistan, dove il pesce, compresa l'aringa, viene congelato, è teoricamente assicurato contro l'anisacidosi", ha detto Nazym Seydagaliyeva, capo specialista del dipartimento di sorveglianza di UGSEN. - Sul territorio della regione di Pavlodar e nella regione di Ekibastuz tale malattia non è stata registrata. La qualità del pesce fresco è controllata dai servizi veterinari e non dalle autorità sanitarie ed epidemiologiche. Se un pesce non soddisfa gli standard, dovrebbe essere scartato e scartato. I pesci che entrano nella lavorazione, compresi i laboratori di salatura delle aringhe, sono accompagnati da permessi. Quindi il pesce salato, affumicato ed essiccato in conformità con gli standard di sorveglianza sanitaria statale e epidemiologica. Il rispetto delle regole della cucina è controllato. Le aringhe arrivano nei negozi di Ekibastuz dal produttore di Karaganda Mordelikates LLP e dal negozio di pesce della città di IP Kuandykova. Secondo la legge "Sull'imprenditoria privata", abbiamo il diritto di ispezionare i negozi solo una volta all'anno con il permesso dell'ufficio del pubblico ministero e di controllare l'officina del pesce una volta al trimestre. Non sono state trovate larve di parassiti nei campioni prelevati. Gli standard sanitari sono rispettati. Per quanto riguarda i vermi nel pesce, i produttori non possono rispondere per questo - acquistano il pesce senza sventrare, con i documenti appropriati, e li salano con i visceri, che non controllano con la salatura.

Trova e neutralizza

Come ci hanno assicurato gli epidemiologi, gli anisakidi che gli Ekibastuziani trovano nell'aringa non sono vitali e non rappresentano un pericolo per gli esseri umani, a meno che non ne rovinino l'aspetto.

"Pertanto, prima di servire il pesce al tavolo, è necessario pulirlo in eccesso dalle viscere e assicurarsi di rimuovere il film nero che separa gli intestini dal" corpo ", raccomandano i medici sanitari. - Per non correre nel verme, aringa, come qualsiasi altro pesce, dovresti scegliere un denso, senza odore straniero e placca. I pesci sottili ed emaciati sono molto probabilmente colpiti da parassiti. Quando si acquista pesce, non fa male chiedere ai venditori di mostrare un certificato per i prodotti. L'aringa salata è meglio non comprare. E se ne hai abbastanza di salati, dosolite stessi. A una concentrazione di sale di 200 grammi per litro d'acqua, le larve muoiono in due giorni, a 150 grammi per litro in tre giorni. Puoi cucinare da solo le aringhe salate: scongelare le aringhe surgelate, versare lo stesso 20% di salamoia per 3-5 giorni. Il pesce congelato è considerato decontaminato se conservato per almeno 48 ore ad una temperatura di -18-20 gradi.

Per quanto riguarda la vendita di pesce fresco nei mercati, questa dovrebbe essere effettuata solo nel corso dell'esame veterinario e sanitario. In Ekibastuz, un tale laboratorio è sul mercato Naryk. Il venditore deve avere un certificato veterinario per il pesce appena pescato. L'acquisto di pesci di origine sconosciuta e senza documenti è irto. Il pesce fresco è molto più pericoloso della stessa aringa con anisacidi. L'anno scorso, sette cittadini di Ekibastuz, tra cui due bambini piccoli, sono stati contagiati dall'opportofilia. L'agente causale della malattia - il colpo di fortuna del gatto, che si stabilisce nel fegato umano e nei dotti biliari, letteralmente "ridisegna" il suo sistema immunitario, causando lo sviluppo di gravi malattie. Un esempio: un nonno - un appassionato pescatore - amava molto il pesce essiccato e il caviale salato fatto in casa. Queste "prelibatezze" trattava sua nipote. Un po '- solo un cucchiaino di caviale al giorno. E poi il bambino si è ammalato. Diagnosi: Opisthorchiasis.

Insieme a un pezzo di pesce o un cucchiaio di caviale leggermente salato, puoi ingoiare tra cui la larva di un verme gigante - una tenia larga, che può crescere fino a 8-10 metri di lunghezza, praticamente prendendo l'intero intestino di una persona.

Allo stesso tempo, come dicono i medici, procedendo sotto le spoglie di disturbi intestinali o di allergie, le malattie del "pesce" sono difficili da diagnosticare e trattare. Molti non sono consapevoli della presenza di parassiti nel corpo, considerando i sintomi di malessere di altre malattie. Sempre più spesso, sospettando la presenza di un "estraneo" nel suo corpo, i pazienti si rivolgono a laboratori privati, non volendo pubblicizzare una diagnosi spiacevole. Secondo la filiale di Ekibastuz del servizio di laboratorio "INVIVO", negli ultimi cinque mesi 95 persone di Ekibastuz hanno superato test per la presenza di parassiti e un terzo degli intervistati, compresi i bambini, ha un risultato positivo.

"Quanto è facile essere infettati, quanto sia facile prevenire queste malattie", l'epidemiologo Nazym Seydagaliyeva chiede prudenza. - Disinfettare i pesci può essere diverso. Aringa, capelin, spratto prima di salare, congelare e poi salare bene. Pesce fresco - sale in salamoia forte (20% di sale per pesare il peso) per almeno 10 giorni. A cottura ultimata, friggere e far bollire il pesce per almeno 20 minuti, infornare per 50-60 minuti. È importante non dimenticare di lavarsi accuratamente le mani e i piatti che hai usato per cucinare il pesce. Non nutrire pesci crudi e rifiuti da esso a cani e gatti domestici: essendo infetti, saranno una fonte di infezione per l'uomo.

Assolutamente sicuro ed estremamente utile, secondo gli epidemiologi, sarà solo pesce correttamente cotto.

L'esecuzione non può essere perdonata

Per quanto riguarda i reclami dei consumatori sull'aringa vermifuga, qui, come nel proverbio di cui sopra, da un lato, vi è un'aringa sgradevole con i vermi, e dall'altro, non vi è alcun motivo particolare per lamentarsi di questo (!). Gli specialisti statali di supervisione sanitaria ed epidemiologica possono controllare lo sbocco solo se c'è un reclamo scritto da parte del consumatore; se tutti i documenti del venditore sono in ordine, e il pesce è tenuto secondo tutte le regole e le regole, allora non c'è nulla da chiedere da lui - il venditore non guarda nella pancia di ogni aringa. Non puoi nemmeno scavare nei negozi di pesce: se ci sono permessi per le materie prime, allora fai in modo che le aringhe siano preoccupate almeno tre volte, non puoi avanzare pretese al negozio: comprano pesce e lo salano con coraggio. Secondo la denuncia degli acquirenti, gli epidemiologi verificheranno nuovamente i documenti, le condizioni di conservazione e i prodotti finiti dal punto di vista del rispetto delle norme e delle regole di preparazione.

Quindi, comprare aringhe, guardarla negli occhi, annusarla e controllare i documenti per ogni evenienza, e se trovi una sorpresa nel pesce sotto forma di vermi, assicurati che siano morti e mangi per la salute. Il pesce, ovviamente, non i vermi.

Forse i venditori dovrebbero errare? Ad esempio, scrivi sul cartellino del prezzo: "Aringhe salate con parassiti. Mangia, non aver paura - sono morti e salati. "